Responsabilità professionale del personale sanitario. Cosa Cambia? Tavola rotonda a Campobasso

805

E’ in discussione, presso le camere legislative, un disegno di Legge riguardante le “Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario”. Data l’importanza dell’argomento il Tribunale per i Diritti del Malato, in collaborazione con l’Ordine dei Medici della provincia di Campobasso e con l’Ordine degli Avvocati della provincia di Campobasso, ha deciso di organizzare una tavola rotonda in cui affrontare le problematiche legate alla materia della responsabilità professionale del personale sanitario, argomento importante e molto sentito sia dai lavoratori del comparto della sanità, sia dai pazienti.
L’organizzazione del Convegno, per comprendere cosa cambia e discutere in maniera costruttiva sulla questione, è stata ipotizzata coinvolgendo proprio le principali parti interessate, ovvero il personale sanitario, i pazienti, ed ovviamente gli avvocati che svolgono un ruolo fondamentale nella tutela di entrambe le parti.
All’evento parteciperà Tonino Aceti, Coordinatore nazionale del Tribunale per i Diritti del Malato.
La Tavola rotonda si terrà presso la sala convegni dell’Hotel San Giorgio di Campobasso, il 15 gennaio 2016, dalle ore 17 alle ore 20 circa.
Programma:
Responsabilità professionale del personale sanitario. Cosa Cambia?
Moderatore: Alessandra Barone – Giornalista
Introduzione: dr. Mario Vitarelli – Coordinatore regionale Tribunale per i Diritti
del Malato
Interventi:
 Tonino Aceti – Coordinatore nazionale Tribunale per i Diritti del Malato
 Avvocato Silvio Tolesino – Coordinatore regionale Giustizia per i Diritti
 Avvocato Fabio Albino – Segretario Ordine Avvocati provincia di Campobasso
 Avvocato Loredana Barca – Ordine Avvocati provincia di Campobasso
 Dr. Sergio Torrente – Ordine dei Medici di Campobasso
 Dr. Paolo Scarano – Medico legale

DIBATTITO
Chiusura: dr.ssa Giovanna Pizzuto – Segretario regionale Cittadinanzattiva  Molise Onlus

Agli Avvocati, per la partecipazione al convegno, verranno riconosciuti 3 crediti formativi.
Cittadinanzattiva ringrazia gli Ordini professionali, i partecipanti, i volontari e quanti hanno contribuito alla realizzazione dell’evento

Commenti Facebook