Casalciprano – Lesioni personali e porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere, 54enne denunciato

232

Esattamente un anno fa, i Carabinieri della Stazione di Castropignano erano intervenuti in Casalciprano per un contenzioso tra ex e attuale compagno di una giovane della provincia di Isernia.


La donna, contravvenendo alle norme restrittive all’epoca in vigore, aveva deciso di praticare dell’attività fisica all’aperto, scegliendo il piccolo comune molisano. In quella circostanza aveva incontrato il suo ex, intrattenendosi a scambiare due chiacchiere su una panchina.


Nel frangente la donna era stata raggiunta dall’attuale compagno, che alla vista dei due, si scagliava contro l’ex fidanzato, 52enne, aggredendolo fisicamente e colpendolo con una mazza da baseball e un asse in legno che recuperava dalla sua autovettura.
La vittima faceva ricorso alle cure mediche del 118 per le lesioni riportate. Gli arnesi utilizzati venivano sequestrati dai Carabinieri e per tutti e tre scattava il deferimento ex art. 650 c.p. (inosservanza di un provvedimento dell’autorità) per le norme all’epoca vigenti.


Il 54enne domiciliato in provincia di Campobasso, invece, veniva denunciato anche per le lesioni procurate, aggravate dall’uso degli strumenti atti ad offendere che portava al seguito senza alcuna autorizzazione. Oggi la Procura di Campobasso emette l’Avviso di conclusione indagini, condividendo le risultanze investigative dei Carabinieri della piccola Stazione.

Commenti Facebook