Minoranza: nessuna scuola di Termoli beneficerà del Bando del Ministero dell’Ambiente “Il sole a scuola”

566

Altro che amministrazione vicina all’ambiente. Ogni volta che si presenta un’opportunità per rendere ambientalmente più sostenibile una struttura comunale ovviamente la si lascia perdere.La mozione sulla promozione delle fonti rinnovabili – votata all’unanimità del Consiglio Comunale – è rimasta inchiostro su carta.

Il Piano di Azione per l’Energia Sostenibile – all’interno del Patto dei Sindaci – viene approvato in Consiglio Comunale dopo i termini richiesti dall’Europa e soprattutto con prospettive di risparmio energetico miopi e poco progettuali.Adesso tocca al bando “il sole a scuola”. Perché far fare GRATIS un impianto fotovoltaico su alcune scuole termolesi? Perché promuovere una educazione al risparmio energetico e partecipare al progetto educativo di formare alunni e docenti sul tema fonti rinnovabili? Perché pensare che riducendo i costi energetici di una scuola forse avrebbero potuto acquistare qualche materiale didattico in più per progetti educativi? Sono tutti i motivi che ci hanno mosso ad informare l’Amministrazione del bando in oggetto. Sono gli stessi motivi che hanno portato Termoli fuori da ogni finanziamento.
Grazie Di Brino!

I Consiglieri di Minoranza (primo firmatario Paolo Marinucci)

Commenti Facebook