mercoledì, maggio 24, 2017
Home Tags Articoli con i seguenti tag "ruta"

ruta

861
di giacomo uliss

Per cercare di smentire quanti li hanno accusati e dimostrare il loro “profondo senso delle istituzioni” , il trio Frattura, Ruta e Leva ha pubblicato due mail intercorse con il direttore amministrativo dell’ Università Cattolica dr. Elefanti. Nulla, naturalmente, è dato sapere sul contenuto, ma è interessante notare come le mail partano da un indirizzo privato di una persona che non ha la rappresentanza legale dell’Ateneo (e quindi non può parlare ufficialmente a suo nome ), arrivino sull’ indirizzo privato di Frattura, utilizzino un linguaggio amichevole (dandosi del “tu”) e augurandosi un buon fine settimana. E questo, secondo loro, dimostrerebbe due cose:
1) Che i vertici dell’Università Cattolica e del Centro Giovanni Paolo II, che li hanno sbugiardati pubblicamente, fossero al corrente delle loro corbellerie; 2) Che loro seguono soltanto percorsi istituzionali , tanto che Frattura chiosa: “ noi siamo abituati a lavorare così”.

374

Il confronto avviato con le istituzioni, le parti sociali, gli ordini professionali, le associazioni e i comitati sulla proposta di cambio della governance della Fondazione “Giovanni Paolo II” non è un confronto basato su invenzioni e chiacchiere, non è irrituale né poco istituzionale: arriva al termine di uno studio di fattibilità corredato da approfondimenti giuridici e amministrativi. Non è nostro costume agire senza avere contezza della fattibilità delle nostre proposte. Se abbiamo promosso un confronto pubblico sull’ipotesi di mutamento della governance della Fondazione, lo abbiamo fatto soltanto dopo averne preventivamente accertato la praticabilità.

1432
spesa-sanitaria-2

In teoria è la soluzione giusta. La regionalizzazione della Cattolica di Campobasso, come prospettata dagli onorevoli Ruta e Leva e dal presidente della Regione Frattura è la soluzione appropriata ad un sistema di sanità pensato per essere prevalentemente pubblico. Come ben sa chi ci segue sono assolutamente d'accordo che la sanità sia un bene pubblico, che il ruolo del privato nella sanità sia un'anomalia, che al limite per parti comunque marginali della sanità si possa ricorrere a gare di appalto ma non certo a concessioni vitalizie a soggetti privati privi di alcun rischio imprenditoriale. Il problema però è che la teoria è una cosa, la realtà e la salute della gente è un'altra. In questo senso la regionalizzazione della Cattolica non è più la soluzione giusta. Anzi rischia di diventare la soluzione sbagliata, la più sbagliata possibile per la salute dei molisani. Cerco di spiegare brevemente perché.

483

Ho deciso di presentare in Senato il ddl “Nuove norme in materia di reati agroalimentari” così come elaborato dalla commissione presieduta da Giancarlo Caselli perché i cittadini reclamano una incisiva regolamentazione a tutela dei consumatori e della salute pubblica. Il 21 aprile dello scorso anno, infatti, il Ministero della Giustizia ha istituito presso l'Ufficio legislativo del medesimo Ministero, su proposta del Guardasigilli Andrea Orlando, la Commissione di studio per l'elaborazione di proposte di intervento sulla riforma dei reati in materia agroalimentare, un fenomeno sempre più diffuso che mina l'eccellenza del made in Italy nel settore enogastronomico e favorisce l'infiltrazione di organizzazioni criminali. La proposta conclusiva della commissione di studio è stata consegnata il 14 ottobre 2015 al Ministro Orlando.
Ad oggi il Governo, che ha aperto una opportuna fase di confronto con tutti gli stakeholder insieme al presidente Caselli, tuttavia non ha ancora avanzato la proposta finale.

445
rutaeleva

Dopo aver recepito le valutazioni e le proposte avanzate anche con documenti ufficiali, che ci sono stati trasmessi da associazioni ed operatori sanitari nonche' da comitati e cittadini, al fine di garantire il giusto equilibrio tra sanita'pubblica e privata e tra i diversi territori, presenteremo nei prossimi giorni la proposta alternativa di piani operativi sanitari a quella avanzata dal Commissario Presidente Frattura.
Sen. Roberto Ruta
On. Danilo Leva

407

Con il voto sulla riforma costituzionale si è ottenuto il risultato di superare il bicameralismo perfetto. Ad inizio legislatura ho proposto un ddl di riforma costituzionale proprio per superare il bicameralismo perfetto attraverso l'abolizione del Senato. Con la riforma approvata in seconda lettura la fine della parità tra le due Camere, che accompagna l'Italia repubblicana fin dalla sua nascita, è sancita dal nuovo articolo 55 della Costituzione. Solo la Camera dei deputati voterà la fiducia al governo. Inoltre solo "la Camera dei deputati (...) esercita la funzione di indirizzo politico, la funzione legislativa e quella di controllo dell'operato del Governo". Di regola, le leggi saranno approvate dalla sola Camera dei deputati.

405

"E' stato dato il via libera in commissione Bilancio, durante l'esame della legge di Stabilità 2016, al piano assunzionale per i medici e personale sanitario, come avevo anticipato nei giorni scorsi. Anche se non è stato possibile proporre subemendamenti per migliorare il provvedimento, è comunque un importante risultato che avevamo sollecitato con forza al Governo. Molto c'è ancora da fare, anche in ragione dei nuovi turni dei medici previsti dalla disciplina europea. Ma questa è una prima risposta al funzionamento delle strutture sanitarie per garantire a tutti i cittadini un servizio adeguato e il diritto alla salute previsto dalla nostra Costituzione". Lo afferma il senatore del Pd Roberto Ruta.

468
roberto rutasen

"Con la presentazione dell'emendamento alla legge di Stabilità con il quale viene ripristinato il divieto di trivellazioni alla fascia di mare compresa nelle 12 miglia dalla costa, il Governo viene incontro a quanto avevamo chiesto con forza nelle scorse settimane. Non si poteva non tener conto, infatti, del pronunciamento formale di dieci Consigli regionali, dal nord al sud dell'Italia.

533

"Nell'Aula del Senato ho chiesto al ministro Madia quando saranno emanati i decreti attuativi della riforma della Pubblica Amministrazione e quando il Governo intenda attivare la contrattazione collettiva per il rinnovo dei contratti del pubblico impiego. Infine ho chiesto di provvedere a garantire le migliaia di medici, infermieri e operatori che tutt'oggi mancano nei nostri ospedali per assicurare il diritto alla salute dei cittadini". Lo afferma il senatore del Pd Roberto Ruta che ieri ha presentato una mozione su questo tema, sottoscritta da 28 senatori appartenenti a vari gruppi parlamentari.