Ennebici cede l’onore delle armi al Campobasket

394

Al termine di un derby molto infuocato, cede l’onore delle armi l’Ennebici Campobasso che ha dimostrato ancora una volta di essere in netta crescita rispetto alle prime esibizioni di campionato. Contro un avversario più esperto, i ragazzi di Sabatelli hanno giocato con intensità e per alcuni tratti hanno anche sciorinato una pallacanestro di tutto rispetto. Sin dai primi minuti si è capito che la squadra ospite non ha avuto paura. Difesa buona soprattutto sugli esterni e gradevole circolazione di palla con Vera nelle vesti di mattatore. Il problema è stato per l’argentino l’aver chiuso il quarto con due falli a carico che lo hanno condizionato per il resto del match. Nel secondo quarto, i blu hanno da subito preso il sopravvento, guidati da un Murtas micidiale che ha piazzato immediatamente un paio di bombe che hanno tracciato il solco.

Il Campobasket ha trovato chiusa la via del canestro ed in un amen si sono materializzati undici punti di vantaggio per gli ospiti che, però, sono stati ricuciti dai locali che hanno scovato, oltre ad Igbanubo, punti importanti da Marino. Si è andati al riposo lungo sul 31-30 per il team di Anzini e con la consapevolezza che l’equilibrio avrebbe regnato sovrano. Tale consapevolezza, dopo il 35-35 dei primi due minuti, si è andata a sciogliere come neve al sole, visto che l’Italcom ha preso decisamente il sopravvento. Difesa buona, infrazioni di passi chiamate a iosa dagli arbitri ai rivali ed una serie di canestri consecutivi hanno tracciato la differenza, con l’Ennebici incapace di reagire, tanto che gli unici punti della speranza sono stati siglati con un gioco da tre punti da Del Cioppo, quasi al suono della sirena. Negli ultimi dieci minuti Traversi e compagni sono, però, riusciti a recuperare delle energie insperate, ritrovando difesa e canestri con il solito Murtas. In meno di cinque minuti è stato piazzato un parziale di 11-0 che è sembrato riaprire i conti (53-49). A questo punto lo sforzo profuso, alcune chiamate arbitrali assolutamente non condivisibili che hanno portato al quinto fallo prima Vera e poi Murtas, hanno privato gli ospiti dello sprint finale per una impensabile rimonta. Il Campobasket, nonostante qualche difficoltà, ha avuto la forza di segnare i punti della staffa con Igbanubo e Ranauro che hanno decretato la quinta vittoria in questo campionato. Ai ragazzi giovanissimi di Sabatelli che hanno chiuso in maniera più che buona questo derby sono andati, invece, gli applausi del pubblico di Vazzieri.

CAMPOBASKET 66
ENNEBICI 54
(13-17) (31-30) (53-38)
Campobasket: Ranauro 12, Liberato, Conte, Pianese 4, Marino12, Igbanubo 26, Forte, Altieri 10, Spina 2, Giacalone. All. Anzini.
Ennebici: M. Sabelli ne, Marinelli, Murtas 22, Traversi 7, Del Cioppo 6, Vera 12, E. Sabelli 5, Tondi 2, De Nunzio, Filipponio ne, Antenucci, Romagnoli. All. Sabatelli.
Arbitri: Cascioli e Giambuzi
Fallo Tecnico: Sabatelli, Murtas e Ranauro.Francesco A. Brunale

Commenti

commenti