Eccellenza/Campobasso, adesso si vive solo per i record

814

capminadeo cbI Rossoblù archiviato virtualmente il torneo, sono intenzionati a tagliare il traguardo dei 90 punti, che vorrebbe dire fare 30 su 30

Vinto ormai, virtualmente, il campionato, il Campobasso si è posto come obiettivo quello di stabilire nuovi record. E’ per questo traguardo che ormai vivono gli atleti rossoblù, messo in archivio il torneo. Un campionato poco esaltante per gli evidenti meriti della squadra di Farina. Che potrebbe far calare l’interesse sul massimo campionato regionale, ma che continua a vincere e a divertire. Minadeo & soci sono giunti ad undici vittorie consecutive, ma molti atleti hanno dichiarato che l’obiettivo è quello dei 90 punti, vale a dire riuscire a fare 30 su 30.

Non sarà certamente agevole tenere alta la concentrazione quando mancano gli stimoli di classifica e pertanto porsi questi traguardi può risultare un importante incentivo. L’altro obiettivo, per certi versi già raggiunto, è quello di consolidare il feeling con la tifoseria del capoluogo di regione. Tra atleti, dirigenza e supporters si sta stabilendo un ottimo rapporto che, però, dovrà avere il pregio della continuità. In questo lungo lasso di tempo sino al termine della stagione, si potrebbero gettare anche le basi per la prossima annata. Sia a livello tecnico che societario. Sarebbe fondamentale partire in anticipo con la programmazione della prossima stagione, visto il tempo che si ha a disposizione. Partendo dai giovani che, spesso, nel campionato di serie D fanno la differenza. E da un ragionamento importante sull’utilizzo dello stadio Selva Piana.
Domenica il Campobasso tornerà a giocare davanti al proprio pubblico e riceverà il Montenero, terz’ultimo della classe. Facile prevedere un’altra goleada da parte del lupo. L’interesse del campionato resta vivo solo per quel che concerne la seconda posizione, attualmente occupata dalla Gioventù Calcio Dauna, avversario non ancora affrontato dalla squadra di mister Farina.

Commenti Facebook