Riccia festeggia la 83° edizione de “La festa dell’Uva”

1782

La seconda domenica di settembre Riccia celebra la Festa dell’Uva. L’appuntamento è legato ad una tra le più sentite ricorrenze religiose del paese: la Madonna del Rosario.Riccia è l’unico paese del Molise a conservare e tramandare da ben 83  anni la tradizione della “Sagra dell’Uva” che viene svolta la seconda domenica di Settembre. L’origine della Sagra, nella quale non è escluso scorgere sopravvivenze dei riti bacchici delle feste Meditrinalia della Roma pagana, è da collocare nei primi anni Trenta. Proprio nel 1930 il regime fascista disponeva che “Feste dell’Uva” fossero svolte in tutti i comuni d’Italia.

La vera innovazione della festa arriva sul finire degli anni ’60, grazie alla presenza del parroco della Chiesa del Rosario, Don Ciccio Viscione: non più una semplice devozione nella parrocchia dei prodotti viticoli, ma una vera e propria sagra con l’allestimento dei carri allegoriciche sfilano per le strade cittadine e diventano così protagonisti e motivo predominante della Sagra di Riccia. Il Carro dell’Uva diviene una piccola opera d’arte, realizzata con chicchi di uva che vengono pazientemente incollati uno ad uno e selezionati per grandezza e sfumatura di colore per realizzare l’effetto policromo. ( www.sagradelluva-riccia.com)
L’edizione di quest’anno, la 83a, si arricchisce con l’omaggio ad un grande poeta e cantastorie meridionale: Matteo Salvatore. Scomparso nel 2005 egli è considerato dalla critica l’inventore di un nuovo stile di fare musica popolare, un vero “angelo della musica dei diseredati”. Il premio è stato assegnato alla cantautrice Pietra Montecorvino.
La novità dell’anno è la possibilità per tutti di partecipare alla votazione del miglior carro tramite un sms , il voto popolare influirà del 30% sulla vittoria del carro mentre il 70% sarà ad appannaggio della giuri tecnica. A mezzanotte, dopo la fine del concerto, oltre al carro più bello, sarà premiato anche quello con la miglior offerta musicale con un riconoscimento alla memoria di Salvatore “Bubbù” Manocchio. Anche quest’anno sarà abbinato alla festa un concorso fotografico, giunto alla 3° edizione.

Programma Domenica 14

83a Festa dell’Uva
Ore 15.00 – Sfilata dei Carri allegorici con accompagnamento di gruppi folkloristici
Terzo concorso fotografico festa dell’uva 2014
Ore 22.00 – Antonio Infantino e i Tarantolati di Tricarico, Piazza Municipio

Commenti Facebook