Uniti a Sinistra, appello alla delegazione parlamentare neo-eletta in Molise per la difesa della comunità

185

Riceviamo e pubblichiamo

Il Coordinamento Nazionale e Regionale di  “Uniti a Sinistra per un nuovo Ulivo”  è impegnato da tempo a preservare la migliore cultura istituzionale italiana fatta di impegno, ascolto, responsabilità, dialogo, rispetto tra le parti, senso del dovere, concretezza, bene comune e unità d’intenti tra le diverse forze politiche sui principali temi che assillano i cittadini. Il Coordinamento saldamente ancorato ai valori della Costituzione, pur riconoscendosi negli ideali del socialismo riformista e della sinistra democratica, ha promosso nell’ultimo decennio seminari di studi, pubblicazioni ed iniziative tese a contrastare la denigrazione della democrazia, ad affermare il rispetto delle istituzioni rappresentative e a salvaguardare il ruolo dei partiti politici, delle confederazioni sindacali, dell’associazionismo civico e del volontariato, dei movimenti pacifisti, e delle organizzazioni di tutela dei diritti dei cittadini, della salute, dell’ambiente, delle imprese e delle professioni.  La democrazia presuppone che non ci sia un uomo solo al comando, è incardinata su leggi, norme e regolamenti, si alimenta con la partecipazione attiva e vive con istituzioni aperte, efficienti, pluraliste e laiche. Questa impostazione di “UNITI a SINISTRA per un Nuovo ULIVO” rifugge da tifoserie, contrapposizioni sterili, ululati e estremismi deleteri. Il bene dei cittadini viene prima delle appartenenze specifiche e l’interesse generale viene prima dei particolarismi di ciascun esponente politico, partito o schieramento. Per queste ragioni riteniamo nostro dovere rivolgerci alla Delegazione Parlamentare del Molise appena investita dagli elettori della funzione di rappresentare alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica le istanze più urgenti della nostra comunità. Ci sono temi che travalicano le appartenenze partitiche e ci sono scadenze immediate su Roma che non si conciliano con il persistere di un clima rissoso di tutti contro tutti in Molise causato dai postumi della campagna elettorale appena chiusa e dai prodromi della campagna elettorale regionale già in rampa di lancio. Alcune questioni di merito sono state richiamate in una recente nota del consigliere regionale di  “UNITI A SINISTRA PER UN NUOVO ULIVO” che sollecita un’unità d’intenti tra i sei Parlamentari ed il territorio, al fine di salvaguardarne le prospettive ed evitare ulteriori danni, penalizzazioni e arretramenti.  Le infiltrazioni mafiose, il contratto di sviluppo da siglare al Ministero col gruppo Amadori, il futuro dello stabilimento FIAT-FCA di Termoli, le devastazioni ambientali con discariche di rifiuti e eolico selvaggio nella Valle del Tammaro, l’appalto di opere pubbliche di grande interesse ed altre questioni urgenti, meritano di essere seguite a Roma già in queste settimane per orientarle verso un esito positivo utile per la comunità molisana. I problemi non si risolvono con gli slogan elettorali o i tweet, ma con un impegno tenace, costante e lungimirante che ciascun amministratore pubblico, a partire dai Parlamentari, è tenuto a mettere in ottemperanza ai doveri che gli derivano dal ruolo di rappresentanza ricoperto.

P/il Coordinamento Regionale

                                                      Piera Liberanome    Anna Maiorano     Chiara D’Amico

 

Commenti Facebook