Toma non sarà il commissario alla sanità: Mattarella firma il decreto e l’articolo 45 c’è

315

Secondo l’ultimo testo riportato dal Corriere della Sera nel decreto per Genova, firmato qualche ora fa dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’articolo 45 c’è. Qualcuno lo dava per stralciato ma se il testo è quello (trattandosi di un decreto legge con immediata entrata in vigore) Donato Toma con ogni probabilità non sarà commissario alla sanità del Molise. Il commissario ad acta, secondo la nuova norma contenuta appunto nell’articolo 45 del decreto  “deve possedere qualificate e comprovate professionalità nonché specifica esperienza di gestione sanitaria ovvero aver ricoperto incarichi di amministrazione o direzione di strutture, pubbliche o private, aventi attinenza con quella sanitaria ovvero di particolare complessità,anche sotto il profilo della prevenzione della corruzione e della tutela della legalità.” Viene inoltre richiamato nel decreto l’articolo 1 comma 569 della legge 190 del 2014 che diviene immediatamente applicabile  agli incarichi commissariali in corso (prima erano fatti salvi). Lo stesso comma dice che l’incarico di commissario ad acta “e’ incompatibile con l’affidamento o la prosecuzione di qualsiasi incarico istituzionale presso la regione soggetta a commissariamento”.E quindi Donato Toma secondo questa normativa non può essere ovviamente nominato commissario alla sanità nella Regione Molise.

 

Commenti Facebook