Termoli / Ancora un’auto rubata recuperata dai Carabinieri grazie al GPS

237

Amaro risveglio per un 60enne residente nella cittadina marittima del basso Molise. Una telefonata allarmata giunge al 112 della Centrale di Via Brasile e pochi minuti dopo l’uomo si presenta in Caserma poiché ha subito il furto della sua autovettura. Una BMW X6, SUV di grandi dimensioni e cospicuo valore, oggetto dei desideri nell’ultimo periodo, sparito nel nulla.


L’uomo durante la redazione della denuncia, affranto dalla rassegnazione per il furto patito, su esplicita richiesta del Maresciallo che raccoglie la sua deposizione, afferma che l’autovettura era in possesso di navigatore satellitare e sistema G.P.S., particolare che sino a quel momento non aveva preso in considerazione, in preda al panico per il valore del veicolo sottratto.
I Carabinieri della Stazione di Termoli, coordinati dal quel Comandante, immediatamente attivano le procedure per la geolocalizzazione del SUV e con caparbietà e determinazione, riescono ad attivare il positioning real time del veicolo.


Il segnale lampeggia in maniera evidente, posizionando il mezzo nell’abitato di San Severo ed il filo diretto immediato con i colleghi di quel centro cittadino, faceva si che in pochi minuti l’equipaggio in turno riuscisse ad avvicinarsi alla località indicata ed individuare il SUV del termolese.


Il veicolo è risultato in buone condizioni e restituito all’avente diritto, nel frattempo invitato a recarsi nella cittadina foggiana per le incombenze di rito.
L’incredulo pensionato ha esternato il suo plauso ai Carabinieri della Stazione di Termoli, per la celerità e la professionalità dimostrata che gli hanno consentito nel breve di riavere la sua autovettura ancora intatta ma con qualche chilometro in più.


La Compagnia Carabinieri di Termoli sottolinea – ancora una volta – come i furti di autovetture, specie nelle ore notturne, sono costantemente all’attenzione del dispositivo impiegato sul territorio che si cerca di perfezionare e potenziare quotidianamente e rinnova l’invito a segnalare qualsiasi evento che possa ritenersi sospetto.

Commenti Facebook