Sblocco della mobilità in deroga annualità 2014 in favore di n. 1800 lavoratori per 6 milioni di euro

645

Dopo l’emanazione del Decreto del MISE del 7.08.2015 con cui è stato riconosciuto lo stato di crisi industriale complessa da parte del Governo ai sensi dell’art. 27 Legge n. 134/2012, si registra un primo risultato operativo in favore di n. 1800 lavoratori in mobilità in deroga che a seguito di un difficile confronto tra Regione Molise e Ministero del Lavoro si sono visti riconoscere il diritto ad accedere a 6 milioni di euro riferiti all’annualità 2014 con connessi benefici economici e normativi.
Ogni lavoratore riceverà le somme spettanti per il 2014, se ne ricorrono i presupposti potrà ripresentare istanza anche per il 2015 e grazie al Decreto sull’Area di Crisi potrà fruire delle politiche attive per il lavoro ex-legge n. 183/2014 con opportunità formative, di riqualificazione professionale, orientamento, reinserimento occupazionale e/o ricollocazione.
Questo primo importante risultato è stato raggiunto grazie all’impegno unanime della Commissione Regionale Tripartita che fin dallo scorso anno deliberò per il riconoscimento dell’area di crisi e ha continuato a sostenere, in ogni sede, la necessità di unire le forze per salvaguardare il territorio regionale ed i lavoratori licenziati, in mobilità e/o in cassa integrazione.
Da ultimo, va dato merito a tutte le rappresentanze sindacali, imprenditoriali ed istituzionali della Commissione Tripartita per aver sottoscritto il documento che, partendo dall’emanazione del Decreto sull’area di crisi industriale complessa del Ministero dello Sviluppo Economico, ha sollecitato la Direzione Generale del Ministero del Lavoro a riscontrare positivamente l’istanza a tutela dei 1800 lavoratori molisani interessati. Assessore Michele Petraroia

Commenti Facebook