Riccia: per igiene e decoro stop a cartacce e volantini pubblicitari

670

Tutela dell’ambiente, igiene pubblica, decoro. E risparmio. Sono gli obiettivi per cui l’amministrazione comunale di Riccia ha approvato, con votazione all’unanimità, il Regolamento per la disciplina della distribuzione di materiale informativo pubblicitario promozionale e commerciale, distribuito porta a porta o in aree e spazi pubblici o aperti al pubblico.  Tale delibera è nata dalla necessità e dalla volontà da parte dell’amministrazione-Fanelli di intervenire ai fini di una corretta politica di tutela ambientale e di decoro urbano, e per salvaguardare l’igiene e la salute pubblica. “Da qualche anno a questa parte – ha affermato l’assessore all’Ambiente Domenico Panichella –  la maggior parte dell’immondizia nelle strade è composta da questi volantini pubblicitari che rovinano gli sforzi fatti dall’Amministrazione per mantenere pulito il nostro paese”.

Va sottolineato che sul territorio comunale, la diffusione manuale di materiale pubblicitario è ampiamente praticata da parte di addetti che frequentemente distribuiscono volantini e dépliant.
Tuttavia, spesso gli incaricati alla diffusione di tale materiale pubblicitario provvedono a gettarlo a terra, e a lasciarlo abbandonato sulle soglie d’ingresso di fabbricati, su panchine, muretti, fioriere, ecc., nonché a collocarlo sul parabrezza o lunotto delle autovetture e, comunque, su tutti gli spazi del veicolo e altri tipi di veicoli.L’amministrazione ha altresì preso atto che il materiale pubblicitario è talvolta collocato sui pali della pubblica illuminazione e sui pali della segnaletica stradale, in contrasto con quanto previsto dal Codice della Strada e suo regolamento di attuazione.“Va da sé – ha spiegato Panichella – che tale modo di operare contribuisce in modo rilevante ad incrementare la quantità di carta e cartacce, ovvero di rifiuti abbandonati sul suolo pubblico o d’uso pubblico. Abbiamo scritto alle ditte per avvertire che da ora in poi ci sarà tolleranza zero: vigili urbani e altre Forze dell’ordine presenti sul territorio comunale di Riccia provvederanno a multare sia le ditte committenti sia il ragazzo/a che fa materialmente il volantinaggio. Multe ancora più salate – ha aggiunto Panichella – per chi non ha né chiesto l’autorizzazione né fatto i dovuti versamenti per la distribuzione dei volantini commerciali. E’ giusto – ha spiegato – che le ditte commerciali pubblicizzino le offerte commerciali e che i cittadini siano informati di questo, ma tutto ciò si può fare semplicemente mettendo il volantino dentro la cassetta della posta di ognuno o consegnandolo a mano”.
Di qui, la decisione dell’amministrazione di intervenire e risolvere il problema. Per salvaguardare l’ambiente, il decoro urbano, l’igiene pubblica, e per evitare un aggravio di spesa per l’amministrazione comunale.

Commenti Facebook