Movimento Consumatori: La Commissione UE boccia etichettatura di origine obbligatoria a carni minori, riso e pasta

742

“Resto sconcertato dalla bocciatura della Commissione UE alla richiesta del Parlamento Europeo di estendere l’etichettatura di origine obbligatoria prodotti lattiero caseari, alle carni “minori”, al riso e alla pasta. Un macigno che va a colpire l’intero comparto agroalimentare e tutto il settore primario italiano. L’indicazione sugli alimenti, quindi,resterà su base volontaria, causando così gravi problemi al nostro Paese , che da sempre si distingue per i numerosi marchi DOP e IGP.”. “Così ha dichiarato l’On. Oreste PASTORELLI deputato del Partito Socialista Italiano, nostro autorevole socio, e noi ci associamo totalmente, -dice Filippo POLEGGI, Segretario nazionale de L’Altritalia Ambiente, – invitando ad una mobilitazione generale contro questa decisione che è come una mina al settore che maggiormente rappresenta la produttività sostenibile, disarmerebbe uno dei principali settori del Made in Italy rispetto alla concorrenza di bassa qualità, le contraffazione, vanificando gli sforzi per affermare il cibo di qualità all’EXPO di Milano.”
“La tracciabilità dei cibi, afferma Marco Mitra , Segretario del Movimento Consumatori del Molise, tutela la salute dei consumatori e rende trasparente la catena produttiva. Privare i cittadini della possibilità di conoscere la provenienza degli alimenti che consuma è davvero inaccettabile, il Movimento Consumatori è sempre più impegnato, a livello nazionale e locale, a vigilare ed opporsi ai trattati internazionali che abbassano la qualità del cibo ; sono gli altri che devono rispettare ed adeguarsi a criteri che garantiscono l’eccellenza dei prodotti italiani e l’accrescimento del livello generale contro il “cibo spazzatura” da cui non vogliamo essere invasi”
“Bene ha fatto il Ministro Martina a manifestare la sua delusione. Sono sicuro che il Governo italiano farà sentire la propria voce nel prossimo Consiglio dell’Agricoltura dell Unione Europea, al fine di preservare queste eccellenze che rappresentano il fiore all’occhiello della nostra produzione agricola”. Lo dichiara Oreste Pastorelli, deputato del PSI e componente della Commissione Agricoltura di Montecitorio.” Conoscendo l’operato del Ministro siamo sicuri anche noi, dichiarano Poleggi e Mitra, facciamo avere tutto l’appoggio nostro e delle nostre associazioni, invitando tutti a muoversi perché questi e simili, purtroppo ricorrenti, colpi bassi di alcune istituzioni europee vanno sconfitti subito. Il Molise,che proprio alla sua produzione tipica agroalimentare sta affidando molte speranze di sviluppo dovrebbe essere in prima fila,noi ci mettiamo a disposizione per rappresentare tutte le posizioni.

Commenti Facebook