Molise Dati, Romano:Frattura finto smemorato, nel Cda anche esponenti del suo PD con la sua complicità

962

Dopo le dichiarazioni del Presidente della Regione Frattura sulla vicenda Molise Dati, in particolare quelle riferite alla composizione del cda (testualmente “I membri del Cda di Molise Dati sono ancora quelli nominati dalla maggioranza del centrodestra di Michele Iorio”), interviene l’avv. Massimo Romano per “rinfrescare la memoria” al Governatore.Lo fa pubblicando un post sul suo profilo facebook nel quale scrive “Dilla tutta la verità, Paolè: tra quei membri, nominati da Michele Iorio, ci sta pure un esponente del tuo partito, il PD, già segretario della sezione cittadina di San Martino in Pensilis, indicato proprio dal tuo partito con la tua complicità. Infatti, quando in Consiglio regionale, nella seduta del 1 agosto 2012, ho chiesto la revoca del decreto di nomina, tu hai votato contro, insieme al centrodestra e alla maggior parte del centrosinistra, per coprire le connivenze in atto tra maggioranza e opposizione nella selva del subgoverno delle società partecipate lottizzate. Chi mente? Io o tu?.”
La trascrizione della seduta, da cui emerge che sia Frattura sia molti esponenti del centrosinistra coprirono quella nomina per lo meno anomala (un esponente dell’opposizione del PD nominato fiduciariamente da Iorio in un cda la cui designazione è prerogativa esclusiva del Presidente…) è pubblica e circola in rete, accessibile a tutti.

La strana spartizione delle poltrone era stata infatti tra gli argomenti dirimenti della campagna elettorale: e così Molise Dati, ma anche Fin Molise e le consulenze al Cosib, erano finite sul cartellone che Romano divulgò per segnalare e profetizzare tutti gli intrecci del potere molisano, tra destra e sinistra.

Una vicenda, come quest’ultimo caso dimostra, di strettissima attualità.

 

Commenti Facebook