ll Rotaract Club di Isernia ha aderito ad un service di raccolta di computer usati per aggiornarli e donarli a chi ne abbia bisogno

189

L’esperienza del Coronavirus ci ha imposto un incremento delle attività online, dalla didattica, alle comunicazioni interpersonali, alla gestione delle pratiche amministrative e al tempo libero. In ogni casa è necessario avere uno o più PC, ogni ragazzo deve possederne uno per studiare e relazionarsi con gli altri e la propria scuola. Apparecchiature che, purtroppo, non sono alla portata di tutti specialmente in periodi di crisi economica.


Il progetto REBOOT, ideato dal Distretto Rotary 2090 in collaborazione con il Distretto Rotaract 2090, nella provincia di Isernia è portato avanti dal Rotaract Club di Isernia.
I computer hanno una vita molto breve, mediamente due o tre anni a causa dei continui aggiornamenti che richiedono sempre più memoria e processori sempre più performanti.
Trascorso questo breve periodo, un computer viene mandato in pensione pur essendo perfettamente funzionante solo perché non più in grado di sostenere il peso dei software “commerciali”.


Esso, tuttavia, può rendersi ancora utile se opportunamente ringiovanito e può essere donato. Il Rotaract Club di Isernia dopo aver raccolto dalla cittadinanza, dalle aziende e dagli enti i computer, li farà rigenerare e li donerà alle famiglie che ne avranno bisogno.
“Avete un computer che non utilizzate più perché troppo lento o vecchio? Non lasciargli prendere la polvere su uno scaffale, potreste donarlo e fare felice qualcun altro che ne ha bisogno”, questo l’invito dei ragazzi del Club.


“Abbiamo aderito a questo progetto perché ci siamo accorti di quanti bambini o ragazzi non avessero un computer per seguire le lezioni scolastiche durante questo periodo e quindi di quanta difficoltà ci fosse in alcune famiglie. Per questo, visto che il nostro club è composto da giovani ragazzi dai 18 anni in su, crediamo sia importante impegnarci in questa attività, aiutando non solo i nostri coetanei e i bambini, ma anche gli adulti o gli anziani che necessitano di un computer anche solo per compagnia”, afferma la Presidente del Rotaract Club Cristina Notte.


Chiunque volesse dare il proprio contributo donando il proprio computer portatile o fisso che non utilizza più, può contattare il Rotaract Club di Isernia sui canali social di Facebook ed Instagram o tramite la mail [email protected]

Commenti Facebook