Giovani Democratici del Molise: chiediamo che venga fatta chiarezza su Garanzia Giovani

747

In merito alle ombre che in questi giorni avvolgono l’attuazione di “Garanzia Giovani”, il progetto del Fondo Sociale Europeo destinato ai giovani NEET ( ovvero non inseriti in un percorso formativo o scolastico e non impegnati in una attività lavorativa ) tra i 15 ed i 29 anni, come Giovani Democratici del Molise chiediamo che venga fatta chiarezza. Lo dobbiamo a quei 810 giovani molisani che hanno presentato domanda per tirocini extracurriculari. Una speranza, questi ultimi, ma anche una concreta possibilità di formazione e inserimento nel mercato del lavoro in un periodo così difficile per la nostra regione. Le irregolarità nella trasmissione dei dati e la gestione clientelare del bando Garanzia Giovani denunciate in data 24 luglio sono solo presunte e per la stima che nutriamo nei confronti dell’Assessore Michele Petraroia e dell’intero Governo Regionale chiediamo che si faccia luce, auspicando una chiarificazione che possa fugare e far cadere tali accuse. Confidiamo che tra sei mesi la stragrande maggioranza delle domande di tirocinio giudicate ammissibili vengano concretizzate e la maggior parte dei tirocini avviati. Solo in quel momento potrà essere giudicato il lavoro dell’Assessorato. Processi mediatici e strumentalizzazione politica non giovano a nessuno in questo frangente. Noi Giovani Democratici del Molise riteniamo che, al di là di qualsivoglia responsabilità dei vertici regionali e delle agenzie coinvolte nell’inchiesta mediatica , occorra piuttosto porre l’accento sul dramma occupazionale vissuto da centinaia di giovani nella nostra regione e che occorra nuovamente focalizzare l’attenzione del dibattito pubblico sul bene comune, lasciando da parte le polemiche.
Renato Freda, Segretario regionale dei GD
Francesco Robusto, responsabile dipartimenti lavoro e legalità Segreteria GD Molise
Segreteria GD Molise

Commenti Facebook