Campobasso / Ritorno alla chiesa dei Monti della statua della Madonna

281

Il Vescovo Bregantini annuncia che oggi domenica 31 maggio ci sarà il ritorno alla chiesa dei Monti della statua della Madonna. Il ritorno avverrà alle ore 19.00, subito dopo la celebrazione della solenne messa di ringraziamento, alle ore 18.00, nella solennità di Pentecoste.

Il trasporto sarà effettuato in forma semplice, su un furgoncino, per permettere alla antica statua lignea di essere portata con estrema sicurezza, senza provocare alcun danno al prezioso manufatto. La Soprintendenza in queste settimane ha potuto constatare e documentare che era realmente necessaria la traslazione della statua dalla sua sede consueta ai Monti alla chiesa del Sacro Cuore, in città, dove l’immagine della Vergine Maria è stata oggetto di una devozione popolare vastissima .

Tanti anziani, che da lungo tempo non avevano potuto venerarla da vicino, ora, finalmente, hanno goduto di una presenza più sentita e toccante da parte della Madonna. La chiesa dei Cappuccini si è così riempita di intensa partecipazione popolare, sempre nel rispetto delle normative ministeriali. Ora, seguendo le precise indicazioni della Soprintendenza, la statua è ben risanata , come lo stesso si può dire della nicchia dove verrà posta, subito dopo il 5 giugno, data storica della sua incoronazione nel 1904.

Con l’occasione, il Vescovo intende ringraziare tutte le autorità civili, militari e soprattutto religiose che si sono fatte carico di questa particolare collocazione provvisoria, nella certezza di aver così superato sterili polemiche iniziali, che si sono poi dissolte come neve al sole, lungo il mese di maggio. Affidiamo con crescente fiducia l’intera nostra città di Campobasso alla storica e consolidata protezione di Maria, Regina del Monte, perché tutti possiamo vincere ogni forma di paura, per godere di giorni sereni e tranquilli, nel superamento della insidiosa pandemia, che ci ha aggravati di paure e di povertà sociali e personali.

Inoltre lo stesso Vescovo comunica che per la prima volta la Messa crismale è stata celebrata la vigilia di pentecoste, sabato 30 maggio, nella chiesa del sacro Cuore, alle ore 10,00. In questa solenne liturgia vi è stata la consacrazione dei tre olii, catecumeni, infermi e crisma, per la vita della chiesa stessa. In particolare, il profumo dell’olio del crisma è il segno eloquente della ripresa che la società tutta sta vivendo nella speranza di un profumo di futuro, capace di farci superare le amarezze dei mesi di chiusura, con la forza della fede, per una vita nuova.

Commenti Facebook