Acquisto di mascherine, il sindaco del Comune di Termoli Roberti replica ai consiglieri del M5S

386

In merito alla proposta di acquisto di mascherine per le famiglie termolesi formulata dai consiglieri comunali del Movimento Cinque Stelle, il Comune di Termoli sente il dovere di fare alcune precisazioni. Pur apprezzando l’interesse di salvaguardare tutta la popolazione in un momento così delicato, si ricorda che il sistema di acquisto previsto dalla Protezione Civile nazionale si trova sulla piattaforma Consip che è gestita dal commissario Arcuri. Tutti gli enti nazionali devono far pervenire loro prenotazioni non conoscendo in seguito neanche la tempistica delle consegne.
Il Comune di Termoli sta monitorando la situazione e ha verificato che purtroppo sono in corso basi d’asta non sostenibili dai piccoli enti. Inoltre, risulta che lo stesso Consip sia in difficoltà nel reperire mascherine e amuchina tanto che nelle ultime ore ha invitato tutte le aziende produttrici italiane e non ad abilitarsi al mercato della pubblica amministrazione per esporre i propri cataloghi e facilitare in tal modo le procedure di approvvigionamento.

Questa la replica del Sindaco Roberti ai consiglieri comunali del M5S:

“In riferimento alle richieste di distribuzione di mascherine alla popolazione sollecitate da qualche consigliere del Movimento Cinque Stelle del Comune di Termoli, occorre evidenziare che in momenti come questi più che fare sterile propaganda elettorale occorrerebbero proposte serie e concrete, ma soprattutto dire la verità ai cittadini onde evitare di creare disinformazione e aspettative generiche.
Nella loro nota citano comuni come:

BUCCINASCO provincia di Milano regione Lombardia. Il Comune di Buccinasco regala mascherine a persone immunodepresse e non a tutta la popolazione, inoltre sono in vendita presso le farmacie comunali con una viva raccomandazione per tutti!! Non prendere d’assalto le farmacie, correndo il rischio di assembramenti e lunghe file.
<>;

Comune di VITTORIO VENETO provincia di Treviso regione Veneto – Due mascherine per nucleo familiare Una in più rispetto ad altri comuni del Veneto, lo ha annunciato il sindaco Antonio Miatto. Le mascherine sono donate dalla Regione Veneto;
Tralascio il Comune di Servigliano dove non vi è traccia di tale iniziativa, ma con 2279 abitanti non rappresenta nemmeno un quartiere di Termoli.

Dunque parliamo di Comuni di regioni come Veneto e Lombardia e non c’è altro da aggiungere in quanto il vero virus è l’ignoranza, soprattutto di chi testualmente scrive che il Comune di Termoli ha aderito alla raccolta fondi con 5000 euro in favore dell’ASREM che è comunque un’azienda sanitaria che in questo periodo attraversa mille difficoltà per fronteggiare l’emergenza e per cercare di garantire tamponi e cure a tutti i molisani che ne hanno bisogno.
Bene vorrei ricordare a questi signori che questa è l’unica azienda che all’occorrenza potrebbe garantire loro o ai loro cari un respiratore.
Quindi cari consiglieri Cinque Stelle vi invito a sollecitare il Governo nazionale dove vi è facile colloquiare con ministri e sottosegretari al fine di far inviare a tutte le regioni d’Italia mascherine per le forze dell’ordine, per i sanitari che lavorano quotidianamente rischiando la vita e per i tanti volontari che si spendono gratuitamente nella Protezione Civile e a servizio dei cittadini.
Oggi se vorrete essere utili alla causa, più che perdere tempo sulla rete, vi consiglio di rendervi utili alla cittadinanza aiutando il vicino di casa in difficoltà, distribuendo medicinali e generi di prima necessità”.

Commenti Facebook