25 aprile 2015: 70° Anniversario della fucilazione del Partigiano Mario Brusa Romagnoli

1031

Mario Brusa Romagnoli era un giovane partigiano di Guardiaregia e venne fucilato il 31 marzo del 1945 a 25 giorni dal 25 aprile, a Livorno Ferraris in provincia di Vercelli dove era stato catturato dai nazifascisti a seguito di un’azione che mirava ad impedire che i tedeschi portassero via sui treni i macchinari industriali di Torino a partire da quelli della FIAT.
A distanza di 70 anni, l’ANPI del Molise, il Comune di Guardiaregia e l’Assessorato Regionale alle Politiche Sociali, testimonieranno, davanti alla casa natale del partigiano, in via Ospedale a Guiardiaregia alle 16.30, il ricordo ed il sacrificio di Mario Brusa Romagnoli, dando lettura delle sue ultime volontà lasciate nelle mani del sacerdote che lo confessò e delle poesie scritte dal padre Giuseppe Brusa in memoria dei tre figli partigiani assassinati dai nazifascisti durante la guerra di liberazione.
La cerimonia, semplice e sobria, si limiterà alla deposizione di una corona di fiori e vorrà richiamare l’attenzione su un martire molisano della libertà che meriterebbe di essere conosciuto in modo più diffuso nelle nostre comunità locali e sul quale sarebbero opportuni progetti didattici e seminari di approfondimento scolastico in favore dei nostri studenti.

Saranno lette poesie del papà Giuseppe Brusa e l’ultima lettera inviata alla madre prima di essere fucilato.

Sabato 25 aprile 2015 – ore 16.30
GUARDIAREGIA (CB)
Alle ore 16.30 saranno deposti dei fiori davanti la CASA NATALE di  MARIO BRUSA ROMAGNOLI  in VIA OSPEDALE a GUARDIAREGIA (CB)  

Commenti Facebook