Romagnuolo: vicino ai medici molisani e non ai furbetti del vaccino. Chiedono solo di essere vaccinati, non la luna

158

“Non mi pare che chiedano la luna, ma solo di essere vaccinati. Dopo aver letto e sentito le dichiarazioni dei vertici dell’Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Campobasso e, penso che questo valga anche per quelli della provincia di Isernia, sulla loro durissima presa posizione in merito all’intenzione di abbandonare l’Unità di Crisi regionale per la totale disattenzione ricevuta, come cittadina molisana e come consigliere regionale, mi sento amareggiata, perché ci troviamo di fronte ad un evento molto grave”.

E’ quanto dichiarato dal consigliere regionale di Fratelli d’Italia Aida Romagnuolo.  Nel Molise, ha continuato Romagnuolo, si ha l’impressione che si preferisca inoculare il vaccino a oltre 900 persone che in questa fase non gli era permesso, i cosiddetti furbetti, che a tutti i medici e ai dentisti molisani che quotidianamente hanno contatti con i loro pazienti e dove il rischio di contagio è per davvero altissimo.

Pertanto, ha concluso Romagnuolo, oltre a manifestare la mia totale solidarietà a tutti i medici e agli odontoiatri molisani, ai vertici dell’Ordine quali De Vincenzo, De Gregorio, Coloccia e Crudele, anticipo che se non verranno celermente accolte le loro istanze che prevede l’immediata vaccinazione di tutti i medici del Molise, sono pronta a presentare una mia mozione in Consiglio Regionale. 

Commenti Facebook