Romagnuolo (Lega), Odg in difesa della valorizzazione della Ndocciata

98

“Ho già predisposto ed inviato all’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Molise, copia del mio ordine del giorno riguardante il contributo assegnato e quello che io invece chiedo in nome e per conto di tutta la città, dei suoi cittadini, della sua amministrazione comunale e del Molise tutto, per una delle più straordinarie e spettacolari manifestazioni storiche e culturali che si svolgono nel mondo e che, come sempre, hanno avuto come soggetto il fuoco e come teatro la meravigliosa ed amabile Agnone.

Come anticipato, nel mio ordine del giorno di martedì 4 dicembre, chiederò all’assessore Cotugno, di inserire la “Ndocciata” di Agnone tra le manifestazioni che, per la sua bellezza e per le emozioni che fa provare, tra quelle che ottengono e hanno ottenuto il 100% del contributo richiesto”.

E’ quanto dichiarato da Aida Romagnuolo. Nulla di straordinario, ha continuato Romagnuolo, è il giusto riconoscimento di assegnare l’intera somma richiesta a chi farà predisporre otto ambulanze, bagni chimici dislocati nel paese, un eccellente servizio d’ordine, settecento persone impegnate, legna a tonnellate, insomma cose queste impensabili altrove e quindi, anche una gratificazione per gli organizzatori della “Ndocciata” con a capo la Pro Loco di Marinelli e l’Amministrazione comunale targata Marcovecchio che, a sentirli, già dal prossimo hanno hanno il solo obiettivo di fare la rivoluzione sulla manifestazione e portarla a livello mondiale. Io gli credo.
( Nella Foto Aida Romagnuolo con il sindaco di Agnone Marcovecchio)

Commenti Facebook