Delocalizzazione e incentivi alle imprese, pdl presentata da Tedeschi e Pallante

317

I Consiglieri Antonio Tedeschi e Quintino Pallante hanno presentato una proposta di legge regionale – contraddistinta con il n. 116 – concernente : “ Norme in materia di delocalizzazione e incentivi alle imprese ” . La pdl, come evidenziano i presentatori nella relazione di illustrazione, parte dal principio che la scelta compiuta da alcune imprese di esportare la propria attività economica da un luogo d ’ origine ad uno di destinazione al fine di ridurre i costi della produzione , ha un effetto negativo sul tessuto economico nazionale , e segnata m ente su quello regionale , causando la riduzione dei livelli occupazionale e in generale un impoverimento del territori o. Di qui l ’ intento dell ’ iniziativa legislativa di disincentivare le delocalizzazioni produttive anche a livello regionale al fine di sostenere gli investimenti e tutelare l’ occupazione molisana. La proposta che si pone in relazione e ampli amento della normativa nazionale in materia, tenendo conto degli orientamenti espressi in ambito comunitario nella proposta di risoluzione del Parlamento europeo n. 2004/2254 ( INI ) sulle delocalizzazioni nel contesto dello sviluppo regionale. La pdl , inoltre , introduce regole che si pongono in pieno rispetto della normativa europea in materia di erogazione di contributi pubblici e di aiuti di stato . In particolare la proposta di legge prevede la revoca dei contributi regionali concessi alle imprese, con applicazione degli inter essi legati, in caso di :  delocalizzazione degli impianti produttivi o anche di parte d ella produzione, anche laddove la delocalizzazione avvenga tramite cessione di ramo d ’ azienda o di attività produttive appaltate ad aziende terze , con conseguente riduzione del personale d ’ impresa , entro cinque anni dall’ erogazione del contributo ;  mancato mantenimento delle unità produttive per almeno cinque anni ;  mancata applicazione delle norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro. S i prevede , infine , che in ogni bando finanziato intera mente dalla Regione per le misure di agevolazioni al le imprese, venga inse rito un vincolo al mantenimento entro i confini regionali, per un periodo non inferiore a cinque anni dalla da t a di erogazione del contributo. La pdl passa ora all ’esame della Commissione permanente competente che , dopo l ’ espressione del parere di rito , la invierà all attenzione del Consiglio regionale per le determinazioni conclusive.

Commenti Facebook