Pensioni, arriva la busta arancione: i calcoli Inps a domicilio

824

Previsto l’invio a 7 milioni di lavoratori italiani. Ecco cosa troverete all’interno
Enrico Marro www.corriere.it

Da oggi parte l’operazione «busta arancione». L’Inps invierà le prime 150 mila lettere ad altrettanti lavoratori con l’estratto conto dei contributi, l’età alla quale si potrà andare in pensione e la simulazione di quanto si prenderà. Obiettivo dell’istituto è inviare 7 milioni di buste ad altrettanti lavoratori che non hanno chiesto il pin per accedere direttamente al simulatore on line dell’Inps. Così anche i più restii a occuparsene (soprattutto i giovani) prenderanno coscienza di un futuro dove si andrà in pensione più tardi e con un assegno più leggero in rapporto alla retribuzione di quello cui erano abituati i nostri genitori.Ipotesi più prudenti.

Non solo. Di norma le simulazioni dell’Inps saranno ottimistiche, perché basate sulla continuità contributiva e su un’ipotesi di crescita annua del Pil e della retribuzione dell’1,5%. Sarà bene, quindi, andare sul sito dell’istituto e farsi delle simulazioni sotto ipotesi più prudenti. Molti, purtroppo, concluderanno che la loro pensione rischia di essere insufficiente. Servirebbe allora la previdenza integrativa, che però chi ha un basso stipendio non può pagarsi. Una dimostrazione in più che per avere domani una buona pensione è necessario oggi un buon lavoro.

Commenti Facebook