Campidoglio, Marino: “Abbiamo pulito melma criminale”. No comment su Renzi

1113

Ancora no comment sulle parole di Renzi. La protesta sotto al Marco Aurelio: “Saremo qui fino a nuove elezioni”. Oggi riunione provinciale di Sel: “Decideremo come andare avanti”. Siglato con Anac un protocollo per il controllo degli appalti  da www.repubblica.it

Continua la ‘strategia del silenzio’ adottata dal sindaco di Roma Ignazio Marino che dribbla le domande sulle parole del premier Matteo Renzi. Dichiarazioni in cui il segretario del Pd ha anche ipotizzato la possibilità di urne anticipate per il Campidoglio nel 2016.
Ieri il presidente del Pd e commissario del partito a Roma, Matteo Orfini, aveva frenato sulle dichiarazioni: “Non abbiamo mollato Marino, è il sindaco che ha vinto le primarie e le elezioni e ha il dovere di governare questa città”. Beppe Grillo invece, con un tweet di stampo razzista poi cancellato e corretto, era andato all’attacco: “Elezioni per Roma il prima possibile. Prima che la città venga sommersa da topi, dalla spazzatura e dai clandestini #marinodimettiti”. Dopo qualche ora, sommerso dalle critiche, il leader M5s ha trasformato “i clandestini” in “i campi dei clandestini gestiti dalla mafia”.

Oggi il primo cittadino è arrivato in bici in Campidoglio ed è stato accolto dalle urla della protesta dei militanti di Ncd che stanno manifestando sotto Palazzo Senatorio. “Sindaco, devi mollare la poltrona”, “Elezioni subito” hanno gridato i manifestanti. In risposta Marino ha sorriso e li ha salutati più volte con la mano prima di entrare in Campidoglio per la conferenza stampa sul risanamento di Ama e il decoro della città.

Commenti Facebook