Villa comunale di Isernia: l’assessore Sposato torna sull’argomento

966

L’assessore comunale Luciano Sposato è tornato oggi sulla questione legata alla struttura ludico-sportiva che dovrebbe trovar posto all’interno della villa comunale. «Torno sull’argomento per dare seguito alle continue sollecitazioni che, su tale questione, mi sono pervenute in questi giorni. Nel corso dell’ultimo consiglio comunale – ha ricordato Sposato – ho espresso chiaramente la mia personale opinione e non posso che ribadirla. La villa, per cultura sociale, non si presta ad accogliere uno spazio sportivo come quello che si intende realizzare. La villa è da sempre un luogo aperto e fruibile da chiunque in modo libero, e tale destinazione va conservata. Senza contare che il campetto ridurrebbe ulteriormente un’area verde che è già abbastanza limitata. Mi sembra, quindi, che un impianto come quello che si intende costruire sarebbe davvero mal collocato nel contesto culturale e ambientale della villa. Qualsiasi decisione finale – ha continuato l’assessore – va presa ponderatamente, in modo democratico. Pertanto, come qualcuno rammenterà, durante la seduta consiliare ho pregato il sindaco di ‘fermare le bocce’ e riflettere bene sul progetto. Ho anche dichiarato che occorre saper sempre ascoltare i segnali che giungono dai cittadini. Il popolo, si sa, è sovrano. Quindi, se ci sono fasce di dissenso popolare abbiamo il dovere di valutare ogni scelta con attenzione e serenità, non escludendo ripensamenti rispetto alla situazione attuale. Questo è il mio pensiero. Di contro, – ha concluso Sposato – devo altresì aggiungere che, in nome della democrazia, se i miei colleghi di giunta e la maggioranza dei consiglieri saranno di parere diverso, non potrò che accettare la loro decisione».

Commenti Facebook