La CCIAA di Isernia apre uno “sportello legalità”

374

La Camera di Commercio di Isernia è titolare del progetto “ Sportello legalità – punto di ascolto per le imprese” che si prefigge di costituire e rendere operativo uno sportello provinciale di prima assistenza alle imprese esposte a situazioni di illegalità. Si tratta, cioè, di dare ascolto a tutti quei soggetti che sono in situazioni di indebitamento, di grave crisi finanziaria e in difficoltà economiche tali da porli a rischio racket e usura. Con questo sportello la Camera intende mettere a disposizione delle imprese un team di esperti (legali, commercialisti, psicologi) per prospettare azioni di aiuto e offrire un supporto specialistico concreto. Successivamente la Camera di Commercio stipulerà un protocollo di intesa con le diverse Associazioni presenti sul territorio che già si occupano di questi temi, al fine di dare un aiuto concreto alle imprese in difficoltà.

A tal proposito, il Presidente dell’Ente camerale Piersimoni, ha incontrato i rappresentanti della Fondazione “San Pietro Celestino” e della Caritas che già sono impegnati nelle stesse problematiche per le famiglie, al fine di creare e mettere in campo sinergie ed esperienze e raccordarne le attività. La finalità di questo progetto, conclude il Presidente Piersimoni, è duplice, da un lato quello di promuovere la legalità attraverso la creazione di un apposito sportello per le imprese in difficoltà, colpite da crisi da sovraindebitamento e da usura per indirizzarle in un processo funzionale di gestione delle risorse economiche e ripianificazione dei debiti, dall’altro promuovere e combattere il fenomeno dell’usura, attraverso strumenti di prevenzione e contrasto, molto utili in un periodo di indebitamento per le imprese.

Commenti Facebook