Jobs Act, il Consiglio dei Ministri verso lo stop alle collaborazioni a progetto

785

Bisogna attendere il 20 febbraio quando il  Consiglio dei ministri approverà il nuovo contratto a termine, di apprendistato e lo job sharing. Nello stesso CDM dovrebbero uscire il nuovo contratto a tutele crescenti e il nuovo sussidio contro la disoccupazione, il Naspi. Novità in vista anche per il contratto di apprendistato di 1 livello ( diploma e qualifica professionale) e di 3 livello (alta formazione) che avrà una forte semplificazione da concordare con il ministero dell’Istruzione. Superamento delle collaborazioni a progetto graduale, con una fase id transizioni per i cocopro che verranno poi totalmente cancellati. Così anche il job sharing, ossia il lavoro ripartito utilizzato in agricoltura, potrebbe essere soppresso insieme all’associazione in partecipazione.
L’obiettivo è il graduale superamento delle collaborazioni a progetto, la cancellazione dell’associazione in partecipazione, e del lavoro intermittente (cioè i rapporti a chiamata) che sarà sostituito da un allargamento del voucher per il lavoro accessorio e dal rafforzamento del part-time verticale (per prestazioni a tempo pieno per periodi di tempo predeterminati). Non dovrebbero, invece, esserci modifiche sostanziali al contatto a termine, ma solo ulteriori semplificazioni normative nonostante le richieste della minoranza dem che vuole una riduzione della durata del contratto da 36 mesi a 24 mesi.

Per ulteriori approfondimenti e/o consulenze specifiche ci si può rivolgere allo Studio  Terminus Srl – Elaborazione Dati Contabili e Servizi Caf ai seguenti indirizzi:
-CAMPOBASSO, via Duca d’Aosta 3/A, Tel. e Fax 0874/98926
– TERMOLI, via Asia 3/A, tel. 0875/81419
[email protected]

Commenti Facebook