Cisl: la cosa è seria. Si chiede alla popolazione di recarsi alle poste solo se strettamente necessario

4143

CaIl Segretario della CISL Poste Antonio D’Alessandro ringrazia tutti gli operatori di Poste Italiane, per il senso di appartenenza e di abnegazione, che in una circostanza simile e per effetti del DPCM, garantiscono il servizio, anche se con misure ridotte, e si auspica che lo
stesso Decreto venga al più presto rivisto.
Portalettere che continuano a consegnare corrispondenza e pacchi quotidianamente come dei veri eroi. Con circa il 50% degli uffici chiusi, al fine di evitare l’espandersi del virus, si registra una maggiore affluenza negli uffici aperti, che gli operatori allo sportello servono con l’usuale professionalità.
In questo momento si chiede a tutta la popolazione senso di responsabilità, recandosi
negli uffici postali solo se strettamente necessario, solo per operazioni di reale urgenza.

I dipendenti di Poste, non senza timori, stanno lavorando per garantire i servizi universali, per essere presenti sul territorio. Il Segretario della CISL Poste Antonio D’Alessandro invita la popolazione a rispettare i giusti comportamenti dettati dalle disposizioni governative,
consigliando la clientela a restare a casa, o quantomeno di rispettare le distanze di sicurezza nell’accesso agli uffici senza creare affollamenti. Nel primo giorno di chiusura si sono affollati quelli rimasti aperti. Occorre una migliore organizzazione del servizio selezionando le operazioni essenziali.


Considerata l’evoluzione della situazione epidemiologica e l’incremento dei casi di contagio – precisa il sindacalista Antonio D’Alessandro – è necessario che i cittadini molisani debbano utilizzare il servizio solo per esigenze improrogabili al fine di evitare sovraffollamenti. Pertanto, nonostante la garanzia del servizio è opportuno che tutti i cittadini siano consapevoli che bisogna utilizzare i servizi solo per operatività non posticipabili.


La cosa è seria. Dobbiamo seguire le direttive per non aggravare la situazione. Per il vostro
bene e quello degli altri, è il momento di combattere anche contro se stessi per avere un
comportamento intelligente e responsabile. Un ringraziamento per il lavoro svolto
quotidianamente a tutta la categoria delle Poste e un ringraziamento speciale a tutte le
infermiere, gli infermieri, i medici e tutto il personale sanitario impegnato in prima linea
che in questo momento sta affrontando con coraggio e grande impegno questa gravissima
situazione.

Commenti Facebook