R@p: al via a San Giacomo la scuola di formazione popolare

422

Prenderà il via domani, 17 ottobre, presso la casa canonica in San Giacomo degli Schiavoni, la “Scuola di formazione popolare” del R@p (rete per l’autorganizzazione popolare) sorta nei mesi scorsi su iniziativa e proposta di alcuni movimenti, associazioni e attivisti locali con il sostegno esterno del partito di Rifondazione comunista e Rivoluzione democratica.  Essa resta perciò un’esperienza autonoma dalla politica, ma al sevizio del bene comune.
L’iniziativa prenderà il via alle ore 18.30 con la trattazione del tema: “Imu e nuove forme di tassazione”, affidato ai relatori Antonio Frate e Antonio De Lellis.

“Lo spazio politico per eccellenza è l’amicizia – scrive De Lellis – e l’unire i nostri nodi relazionali consente di operare dentro lo spazio di trasformazione sociale. Per questo motivo alcuni amici uniti anche dal percorso politico di Rivoluzione democratica o uniti anche da lotte e prassi sociali, hanno dato vita alla rete di autorganizzazione popolare e nel contempo hanno avviato  un percorso di scuola popolare di autoformazione politica individuando piccoli laboratori come quello di San Giacomo degli Schiavoni e di alcuni quartieri di Termoli e Campobasso.
I temi scelti ascoltando le esigenze della popolazione ospitante sono di indubbia attualità politica e riguardano la tassazione, dalla casa ai rifiuti, la tossicodipendenza, l’alcolismo e le nuove dipendenze, il lavoro e la riforma Fornero, la cooperazione come forma di lavoro solidale.
L’obiettivo degli incontri è quello di formare una coscienza politica e sociale, autoformarsi ed autogovernarsi, facendo sorgere anche dei gruppi di acquisto popolari o forme di economie solidali, avviare sportelli dell’abitare contro gli sfratti illegittimi ed affrontare le problematiche quotidiane di famiglie e comunità. Il territorio inteso come ambiente, storia , economia, agricoltura, tradizione, cultura sarà al centro anche di un altro incontro in programma il 22 ottobre presso la parrocchia del Sacro cuore a Termoli”.

Commenti Facebook