Pietracatella aderisce a Wiki Loves Monuments Italia

489

Il comune della provincia di Campobasso partecipa alla seconda edizione del concorso fotografico che documenta, valorizza e tutela il patrimonio culturale. L’iniziativa che vede coinvolti diverse amministrazioni approda in Molise e il borgo fortorino è l’unico della regione che compare nell’elenco delle adesioni 2013Il Comune di Pietracatella ha aderito a Wiki Loves Monuments Italia, seconda edizione del concorso fotografico che potenzia la visibilità dei monumenti.

Il piccolo paese della provincia di Campobasso è il primo ad aderire all’iniziativa per invitare così come prevede il concorso “ciascuno ad essere protagonista nel documentare, valorizzare e tutelare il patrimonio culturale. Comune denominatore delle immagini che possono partecipare al concorso è il soggetto degli scatti: un monumento cioè edifici, sculture, siti archeologici, strutture architettoniche, siti naturali e interventi dell’uomo sulla natura che hanno grande valore dal punto di vista artistico, storico, estetico, etnografico e scientifico”.
Dopo l’esperienza del 2012, anche per la seconda edizione del concorso Wikimedia Italia ha deciso di coinvolgere direttamente gli Enti pubblici e i privati nell’iniziativa, richiedendo loro l’autorizzazione all’uso delle immagini. Pietracatella è tra questi. Un importante passo avanti per i piccoli borghi italiani dove, spesso, sono racchiusi gioielli sconosciuti e ancor più rilevante se l’iniziativa prende piede anche in un piccolo paese molisano. I beni inseriti nell’elenco e di cui è autorizzata la pubblicazione delle immagini sono la  Chiesa di S. Giacomo e la Cappella S. Margherita; la Chiesa S. Giovanni Battista; la Chiesa S. Maria di Costantinopoli; Chiesa S. Nicola di Bari; Fontana di Venere; Monumento ai Caduti; Croce stazionaria del ‘700; Porta da Capo;
Palazzo Marchesale e il  Palazzo Comunale (Palazzo Iarossi).Ma come funziona Wiki Loves Monuments?
Il concorso è suddiviso in due fasi: la prima fase si svolge a livello nazionale, poi le 10 fotografie più meritevoli di ogni paese verranno giudicate a livello internazionale per scegliere la foto vincitrice. Come si legge dal sito del concorso le regole da seguire per partecipare sono semplici:
bisogna scattare una fotografia a un monumento tra quelli indicati nelle apposite liste, essere disponibili a rilasciare la propria immagine una licenza CC-BY-SA e, nel mese di settembre, caricarla sul sito commons.wikimedia.org, inserendo il codice identificativo del monumento.
Ogni fotografia entrerà a far parte del grande bacino di Wikimedia Commons, la banca dati multimediale di Wikimedia, e verrà usata per illustrare le voci di Wikipedia e i progetti correlati.
Sono 18 le nazioni europee che aderiscono alla seconda edizione di  Wiki Loves Monuments, ognuna con la sua commissione locale e il suo regolamento specifico. Tra le istituzioni che sostengono il progetto vi sono il Consiglio d’Europa, la Commissione Europea, Europeana, Carare, Europa Nostra e Open Images. I siti del concorso hanno fatto 7,5 milioni di visite. È stato proclamato il concorso fotografico più grande dal Guinnes dei Primati.
L’Italia ha partecipato per la prima volta al concorso nel 2012 con 936 monumenti fotografabili. Sono state caricate quasi 7.700 fotografie da 803 partecipanti. L’utente più prolifico ha caricato 1.886 immagini.

Commenti Facebook