Casacalenda ai primi posti tra gli Enti che hanno partecipato al bando SPRAR

497

sprarAl 25° posto della graduatoria, sui 57 progetti ammessi a finanziamento in tutta Italia per i minori non accompagnati richiedenti asilo, c’è Casacalenda. È grande la soddisfazione dell’Amministrazione Comunale per il risultato ottenuto che consentirà di ricevere un finanziamento dal Ministero dell’Interno di circa 550 mila euro, in tre anni, ai quali si aggiungeranno altri 130 mila circa di cofinanziamento, per la gestione del centro che accoglierà 10 minori in fuga dalle zone di guerra dei loro paesi. La struttura, di proprietà comunale, è posta al centro del paese ed è adiacente la Scuola Media. Fino a qualche anno fa ospitava le Suore dell’Asilo Sacro Cuore e, nel recente passato, è stata utilizzata per l’emergenza Nord-Africa per accogliere 14 migranti.

Il servizio inizierà, così come previsto dal bando, entro 60 giorni dalla data della pubblicazione della graduatoria (29 gennaio) e consentirà non solo a 10 minori di trovare una sistemazione dignitosa in attesa del riconoscimento del loro status di rifugiati, ma anche di aumentare il numero degli iscritti nelle Scuole di Casacalenda, di dare la possibilità a qualche giovane disoccupato di trovare un posto di lavoro e servirà anche a portare un po’ di “ossigeno” nell’economia dei fornitori locali. Un grande ringraziamento va alla dott.ssa Rosa Marcogliese che ha redatto il progetto e preparato tutta la fase istruttoria con l’aiuto della struttura comunale. La sua esperienza e le sue capacità hanno consentito di ricevere un punteggio altissimo che colloca Casacalenda ai primi posti tra gli Enti che hanno partecipato al bando SPRAR per la prima volta.

Commenti

commenti