Bando per minori stranieri non accompagnati. Domande entro il 23 luglio

610

Il Movimento Regionale dei Cristiano Sociali del Molise, fortemente legato al tema di accoglienza e  di integrazione di persone che vivono il dramma dalla migrazione forzata, ricorda che c’è la possibilità di rispondere ad un specifico bando nazionale di accoglienza integrata ai rifugiati e ai richiedenti asilo politico (SPRAR),  costituito dalla  rete degli enti locali, che, oltre a garantire vitto e alloggio, prevedono anche a misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico.
Il Decreto del Ministero dell’Interno del 27 aprile 2015 “Modalità di presentazione delle domande di contributo, da parte degli enti locali, per i servizi finalizzati all’accoglienza nella rete SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) di minori stranieri non accompagnati”, pubblicato in G.U. lo scorso 23 maggio, stabilisce l’ampliamento della capienza della rete dello SPRAR minori stranieri non accompagnati di almeno 1.000 posti e introduce la possibilità di accogliere all’interno dello SPRAR tutti i minori stranieri non accompagnati, anche non richiedenti asilo. Gli Enti locali, in forma singola o associata, in collaborazione con le realtà del privato sociale, possono presentare domanda di contributo impegnandosi, nel superiore interesse dei minori, ad attivare servizi finalizzati all’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati, realizzati in base alla normativa nazionale e regionale vigente, e volti all’avvio graduale del minore verso l’autonomia e l’inclusione nel tessuto sociale del territorio. Le domande, in duplice copia, devono essere consegnate a mano o inviate tramite raccomandata con avviso di ricevimento al Ministero dell’Interno, entro le ore 16.00 del sessantesimo giorno dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (23 Luglio 2015).

Commenti Facebook