Cantiere infinito per la strada di collegamento tra l’edificio scolastico di via De Gasperi e via Piave. A quando l’apertura ?

895

lI gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle al Comune di Campobasso ha presentato una interpellanza al Sindaco, che sarà discussa nell’ambito del prossimo Consiglio Comunale, per conoscere i motivi per cui i lavori di completamento della strada di collegamento tra l’area esterna all’edificio scolastico di via De Gasperi e via Piave sono fermi da mesi e l’opera, che doveva essere completata entro il mese di ottobre, non viene ancora consegnata all’utenza cittadina.

Una strada concepita con l’intento di diminuire il volume di traffico autoveicolare da e per l’edificio scolastico di via de Gasperi, che quando sarà aperta al traffico, potrà apportare un sensibile miglioramento dell’intera viabilità nell’ambito dell’edificio scolastico, oggi teatro quotidiano diinammissibili assembramenti di autovetture, con conseguente aumento delle emissioni degli scarichi inquinanti delle automobili, senza considerare l’aumento del rischio per la salute dei bambini costretti a raggiungere la scuola attraversando veri e propri ingorghi di autovetture in manovra e alla disperata ricerca di un posteggio il più vicino possibile all’ingresso della scuola, una pessima consuetudine dura a morire nella nostra città.

L’opera, da quanto appreso dagli uffici tecnici comunali, doveva essere terminata, collaudata e consegnata all’amministrazione entro la seconda decade, e comunque nel mese di ottobre 2015; invece, come tutti possono rilevare, la strada risulta ancora incompleta poiché, sempre secondo quanto appreso dagli uffici tecnici comunali, deve essere ancora terminato il fondo asfaltato, la segnaletica orizzontale e verticale, lo spartitraffico su Via Piave e gli impianti di raccolta delle acque, oltre che effettuato il collaudo tecnico.

Premesso che siamo ben abituati ai ritardi con i quali i lavori appaltati dalle pubbliche amministrazioni vedono spesso dilungare a dismisura i tempi di consegna delle opere, ma nel caso di specie va sottolineato che non vi è stato alcun impedimento o causa di forza maggiore che abbia potuto rallentare i lavori o bloccare il cantiere, che tra l’altro risulta anche privo della cartellonistica di con tutte le informazioni prescritte dalle vigenti normative.

Ci chiediamo quindi per quali ragioni il cantiere risulti inspiegabilmente inattivo da diversi mesi, periodo entro il quale certamente si sarebbe potuto portare a termine l’opera e consegnarla alla cittadinanza nei previsti tempi che, con l’approssimarsi della stagione con condizioni meteorologiche avverse, rischiano di allungarsi ulteriormente.

Per quanto esposto abbiamo quindi chiesto al Sindaco ed alla struttura comunale del Lavori Pubblici, informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori, i motivi della mancata ultimazione dell’opera nei termini preventivati ed i tempi previsti per l’apertura della strada, a gran voce invocata dai cittadini.

Commenti Facebook