Biomassa a contrada Mascione: primo stop, ma i cittadini non sono soddisfatti

831

Dopo la notizia della centrale Biomassa a contrada Mascione a Campobasso, come c’era da aspettarsi, si è diffuso un malumore generale. Oltre ad esponenti politici come l’Assessore comunale Salvatore Colagiovanni ed alcuni consiglieri sia di maggioranza che si minoranza, sono scesi in campo anche i cittadini residetni in zona. Si è tenuta infatti a Palazzo San Giorgio  una seduta aperta della Commissione consiliare ‘Ambiente’ convocata dal  presidente Gianluca Maroncelli. I consiglieri presenti, per la  maggioranza Durante, Columbro, Ramundo, Landolfi, Ambrosio, Massarella, Madonna, Colarusso, Montanaro e D’Anchise, per la minoranza  Cretella, Felice, Pilone, Tramontano, Cancellario e Di Bartolomeo si sono espressi contrari all autorzzazione del progetto. Stiamo parlando della  richiesta della società RG1 Campobasso s.r.l. per la realizzazione di un impianto da 199 kilowatt. E dopo i precedenti di Campochiaro, con conseguente preoccupazione dei danni che un impianto del genere, con l’emissione di polveri sottili ad ampio raggio, provocherebbe,  i cittadini sono pronti a costituire un comitato per manifestare la loro indignazione. Intanto un primo “stop” all’iter di approvazione si è cercato di dare con un  documento firmato dai consiglieri Colarusso, Montanaro, Maroncelli, Cancellario, Madonna, Pilone, Ambrosio e Cretella indirizzato a Giunta e Consiglio comunale, un odg bipartisan che “impegna Giunta e consiglio ad adottare una delibera per evitare gli insediamenti che possano arrecare danni alla salute e assicurino la tutela dell’ambiente”. La parola passa dunque alla conferenza di servizi che si terrà il 9 aprile.

Come detto il primo ad esprimere parere nagativo all’impianto è stato l’Assessore Salvatore Colagiovanni: ” le contrade di Campobasso hanno bisogno di valorizzazione, e non di una centrale a biomasse. Non dimentichiamo anche che il rispetto dell’ambiente e la tutela della salute sono temi presenti nelle linee programmatiche approvate dal Consiglio comunale, pertanto è meglio rinunciare a questo progetto e pensare ad altro per Campobasso e le contrade, sono pronto a dare battaglia “. Hanno espresso parere contrario anche il Sindaco Battista e l’Assessore Chierchia.

Commenti Facebook