XXVIII edizione del concorso “Il Valore del latte”, le premiazioni

426

Le scolaresche di Abruzzo, Molise e Puglia riunite oggi nell’Auditorium del Cosib (Consorzio industriale Valle Biferno) per la cerimonia conclusiva del concorso “Il Valore del latte”, giunto alla XXVIII edizione. Oltre 200 alunni, accompagnati dai docenti, hanno preso parte questa mattina alla premiazione della storica manifestazione dell’azienda Del Giudice che mira a promuovere nelle scuole primarie e secondarie di primo grado una corretta alimentazione.


Presenti i vertici dell’impresa: Eulalia e Filomena Del Giudice, Pierluigi Evangelista responsabile della divisione produttiva dell’azienda, Fabio Di Camillo della società di comunicazione Sinergia di Pescara, la giuria composta dalle maestre Concetta Vella e Tecla Marcovicchio, presieduta dal docente Giulio Corradi; gli ospiti: il comandante dei Carabinieri di Termoli Edgard Pica e David Falcinelli, referente dell’Aprozoo Scarl in Abruzzo.
Grande emozione per gli allievi di scuole elementari e medie inferiori ricevere i riconoscimenti. Ad aprire i lavori Eulalia Del Giudice che ha ringraziato dirigenti scolastici, docenti ed alunni per la partecipazione e l’adesione al concorso.


“Il primo aspetto da valutare quando si parla di latte è quello ambientale e salutistico. Il prodotto che arriva da lontano brucia tanto ossigeno – spiega David Falcinelli – e di proprietà nutrizionali resta ben poco. Poi c’è un aspetto etico: è importante acquistare con consapevolezza e, dunque, evitare prodotti stranieri ottenuti con lo sfruttamento dei minori e dei lavoratori”.


Pierluigi Evangelista parla di “fake news sul latte” e sull’importanza di saper riconoscere una notizia falsa illustrando, poi, il progetto di rinnovamento attuato dall’azienda con la riduzione di plastica, l’utilizzo di energia rinnovabile e la diminuzione di sprechi alimentari con l’utilizzo di film impermeabili all’ossigeno sulle nuove vaschette dei prodotti caseari.
Fabio Di Camillo spiega come la Del Giudice sia un’azienda in continua evoluzione:“Il sentiment verso il cibo cambia, la parola d’ordine è wellness. Il bio cresce del 20 per cento all’anno.

C’è una ricerca della semplicità e quindi si privilegiano i prodotti a km zero. L’azienda ha effettuato nuovi investimenti puntando sulla goccia di latte che diventa protagonista, è sintesi distintiva. Oggi Del Giudice rappresenta l’azienda con linea di latte fresco molto diversificata”.

Commenti Facebook