La Frentania Teatri presenta il gruppo musicale dei “Louis Mr. JAZZ!”

404

Dopo la tournèe estiva, che ha consacrato il successo dei “Louis Mr. JAZZ!”, è la volta della costa molisana. La Frentania Teatri, presieuta da  Giandomenico Sale, ha voluto così promuovere il progetto più originale del momento che sta riscuotendo  consensi entusiastici  dal  pubblico e dalla critica. Presenti: Wed&Events e TransitaStore in un appuntamento imperdibile con la grande musica al quale è abbinato una degustazione di prodotti tipici d’eccellenza molisani.

L’organizzazione   è curata da Margherita Di Carlo official manager del progetto.Anche in  questa occasione, i cinque quotatissimi musicisti: Roberto Di Carlo alla tromba e voce, Pino De Vivo al sax tenore e sax soprano; Manuel Petti al pianoforte ;  Danilo De Vivo  al contrabbasso e  Oreste Sbarra  batteria,
presenteranno un excursus sulla vita di un mito buono, un eroe venuto su dal nulla e diventato ambasciatore della più grande musica del ventesimo secolo: il Jazz. Louis Armstrong suona ancora nella storia che questa straordinaria formazione propone, per rilanciare il messaggio di una giusta e corretta celebrazione della libertà di essere se stessi.
 
Nel progetto musicale : “ LOUIS: Mr JAZZ!”, il quintetto esprime lo studio, la ricerca delle origini e il significato più profondo  che il Jazz comunica.Per dirla come Wynton Marsalis: << Non è solo musica, il jazz. E’ anche un modo di stare nel mondo e un modo di stare con gli altri”. Al cuore della sua “filosofia” ci sono l’unicità e il potenziale di ciascun individuo, uniti però alla sua capacità di ascoltare gli altri e improvvisare insieme a loro. Uno stile musicale che è stato creato dai discendenti degli schiavi, ma sa parlare di libertà. E’ figlio della malinconia del blues, ma sa lasciarsi andare alla felicità più pura. Le sue radici sono nella tradizione, ma la sua sfida è la continua innovazione. E anche se vive di tensioni armoniche e ritmiche, ha saputo e sa essere ancora messaggero di pace.>>In un momento storico, come quello attuale, dove sfrenate corse all’individualismo, vanno necessariamente riviste e limitate, “LOUIS: Mr JAZZ!” altro non è che un sollecito all’ “ascolto dell’altro” nell’accezione più vera e autentica del termine.
…Saper ascoltare è un aspetto fondamentale del processo comunicativo, da considerare come “un gesto d’amore”, verso gli altri, i suoni e la musica.                                                                                                                       
13 dicembre 2013 ore 20.30 Auditorium Chiesa San Francesco di Termoli

Commenti Facebook