Diffida della minoranza al Comune di Termoli. La Corte dei Conti archivia il caso

447

archiviatoIl sindaco Basso Antonio Di Brino informa che la Procura Regionale presso la Sezione Giurisdizionale della Corte dei Conti del Molise ha archiviato il caso della diffida inoltrata dai consiglieri comunali di opposizione di Termoli sul tema delle risposte alle interrogazioni formulate al primo cittadino e all’Amministrazione comunale.Il magistrato istruttore, così come riportato nella comunicazione inoltrata al Comune di Termoli, ha archiviato la “vertenza in oggetto” in data 27/01/2014. “Apprendo con soddisfazione – dichiara Di Brino – la notizia dell’archiviazione da parte della Procura Regionale presso la Corte dei Conti del Molise, sul famigerato tema della mancata risposta alle interrogazioni formulate dalla minoranza alla nostra Amministrazione comunale.Evidentemente il magistrato ha ritenuto infondate le ragioni addotte dai consiglieri di opposizione, decidendo di non procedere ulteriormente nell’analisi della vicenda.

Ancora una volta mi trovo a rilevare l’inconsistenza delle argomentazioni sollevate da una parte della minoranza consiliare termolese, la quale non perde occasione per buttare fango su questa Amministrazione, senza trovare però riscontri né tra la gente né, tantomeno, nell’ambito dei pronunciamenti della magistratura.Per questa ragione resto convinto del fatto che Termoli meriti un’opposizione più seria, costruttiva e propositiva, e non bellicosa, rissosa ed inconcludente come quella vista nel corso di recenti Consigli comunali. L’unico grazie che mi sento di rivolgere di cuore all’intera opposizione consiliare – conclude Di Brino – è quello riferito alle numerose possibilità offertemi nel dare conto periodicamente ai cittadini dei ripetuti buchi nell’acqua fatti da Marinucci, Russo, Di Giandomenico e compagni”. 

Commenti Facebook