Comune di Termoli: la II Commissione Consiliare boccia il Regolamento Tares

3393

logo-comune-termoliUn vero e proprio scontro si è aperto al Comune di Termoli rigurado la mancata approvazione del Regolamento sdulla TARES in Commissione Bilancio. Questa la nota dell’opposizione:
“Questa mattina si è riunita la 2° Commissione Consiliare:”Bilancio” per la discussione finale sul Regolamento della TARES, la nuova tassa su Rifiuti e Servizi. Al termine della stesa si è proceduto alla votazione su cui si sono espressi con voto contrario il Presidente Camaioni e i consiglieri De Lena e Marinucci (delega Paradisi) e con voto favorevoli Paparella e Roberti (delega Di Giovine).

I consiglieri di minoranza hanno motivato la scelta ritenendo le tariffe previste decisamente onerose per le famiglie e ancor più per le categorie commerciali e artigianali. Durante la discussione hanno più volte sollecitato la maggioranza alla verifica dei costi di gestione del servizio di Igiene Urbana che, attraverso il contenimento delle spese, consentisse la predisposizione di un Piano Finanziario più economico e conseguentemente una tariffazione più contenuta.”
A stretto giro, però è pervenuta anche la nota di risposta del primo cittadino, Antonio Di Brino:
“L’esito del voto di stamane sul Regolamento Tares, registrato in Seconda Commissione consiliare “Programmazione finanziaria e Sviluppo economico” – dichiara Di Brino – non costituisce di certo una novità; siamo tutti consapevoli, infatti, che i numeri in seconda commissione sono a noi sfavorevoli da un anno a questa parte.
Per quanto mi riguarda posso affermare che la maggioranza saprà far valere le sue ragioni in sede di Consiglio comunale, dove avremo la possibilità di argomentare le nostre scelte sulle tariffe, per poi votarle in tutta serenità.
Riconosco comunque al presidente della seconda Commissione consiliare Nicola Camaioni il merito di saper condurre i lavori con serietà e secondo le regole vigenti.
Ringrazio infine i consiglieri di maggioranza per il lavoro svolto in commissione e per aver votato il Regolamento Tares”.

Commenti Facebook