POIETIKA, IL CORPO DELLA PAROLA. IL PROGRAMMA DI GIOVEDI’ 21 MAGGIO

Dopo la prima giornata trascorsa al Teatro Savoia, Poietika sposta le sue attività nell’auditorium del Palazzo Gil in Via Milano. Ampio il programma di iniziative della manifestazione ideata dal direttore artistico Valentino Campo, con la tavola rotonda (inizio alle ore 17,00) sul tema “Conversazione sulla poesia e sulla prosa italiana ed europea del ‘900”.

Luigi Fabio Mastropietro (direttore di Altroverso) converserà con Steven Grieco (poeta italo americano e traduttore letterario), Giorgio Linguaglossa (saggista, scrittore e traduttore) e Marco Onofrio (scrittore, saggista e giornalista calabrese).
Alle 18,15 sarà la volta di Fabio Orecchini (autore e artista sonoro) con il suo “Terraemotus”. Subito dopo Poetika si arricchisce dell’intervento di Vincenzo Costa, docente del Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione dell’Università del Molise che, nell’ambito de La Parola Pensata terrà un intervento sul tema “Parola, mondo, atmosfere: Heidegger e la funzione della poesia”. Infine Poietika dalle ore 20,00 ospiterà uno dei maggiori poeti contemporanei, l’albanese Gezim Hajdari, vincitore di numerosi premi letterari e presidente del Centro internazionale Eugenio Montale, che terrà il suo intervento dal titolo “Raccontare la vita”.
IL PROGRAMMA
TAVOLA ROTONDA
ORE 17.00 – 18.10
STEVEN GRIECO – GIORGIO LINGUAGLOSSA – MARCO ONOFRIO
“CONVERSAZIONE SULLA POESIA E LA PROSA ITALIANA ED EUROPEA DEL ‘900”
Modera LUIGI FABIO MASTROPIETRO
ORE 18.15 – 19.15
FABIO ORECCHINI “TERRAEMOTUS”
ORE 19.20 – 19.50
LA PAROLA PENSATA Università Del Molise, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Sociali e della Formazione
PROF. VINCENZO COSTA
“PAROLA, MONDO, ATMOSFERE: HEIDEGGER E LA FUNZIONE DELLA POESIA”
ORE 19.55 – 20.55
GEZIM HAJDARI “RACCONTARE LA VITA”
SCHEDE OSPITI
STEVEN GRIECO Poeta multilingue, svizzero-italiano-americano, e traduttore letterario. Scrive in inglese e in italiano. Vive fra Roma e Jaipur.
GIORGIO LINGUAGLOSSA
Nasce a Istanbul nel 1949 e vive e Roma Ha tradotto poeti inglesi, francesi e tedeschi. Pubblica numerosi saggi e romanzi. Nel 2013 escono il libro di poesia Blumenbilder (natura morta con fiori), Passigli, Firenze, e il saggio critico Dopo il Novecento. Monitoraggio della poesia italiana contemporanea (2000 – 2013), Società Editrice Fiorentina, Firenze. Ha fondato il blog lombradelleparole.wordpress.com e-mail: [email protected]
MARCO ONOFRIO
Marco Onofrio (Roma 11 febbraio 1971) è scrittore e saggista di origine calabrese. Ha pubblicato moltissimi volumi per la critica letteraria. E’ intervenuto in qualità di relatore in centinaia di presentazioni di libri e conferenze pubbliche. Ha partecipato come ospite a trasmissioni radiofoniche a carattere culturale presso Radio Rai, emittenti private e web radio. Ha pubblicato articoli presso varie testate, tra cui “Il Messaggero”, “Il Tempo” e “Lazio ieri e oggi”. Scrive recensioni per alcuni blog letterari. Sue opere hanno conseguito riscontri critici a livello nazionale e internazionale. Vive e lavora a Roma. “Come dentro un sogno La narrativa di Dante Maffia tra realtà e surrealismo mediterraneo” (Città del Sole 2014)è il suo ultimo lavoro.
FABIO ORECCHINI
Come autore realizza opere che attraversano diversi ambiti e media artistici rivolgendo la sua attenzione alle dinamiche linguistiche e culturali di incorporazione e bio-potere. Ha presentato i suoi lavori nei maggiori Festival italiani di poesia, al Museo d’arte contemporanea MAXXI, al Teatro Valle Occupato, al Teatro India e al Rialto Sant’Ambrogio di Roma. Nel 2014 ha pubblicato per i tipi di Luca Sossella Editore l’opera testuale e verbo sonora Dismissione , in collaborazione con il progetto musicale Pane, che ha ricevuto un notevole successo di critica e di pubblico ed è stato presentato in diverse emittenti radiofoniche nazionali e su Rai5 all’interno del documentario Generazione Y – Poesia italiana ultima.
VINCENZO COSTA
Professore ordinario di Filosofia teoretica presso l’Università degli Studi del Molise. Studioso del pensiero contemporaneo, si è occupato a lungo della tradizione fenomenologica, al cui interno ha sviluppato la propria ricerca. Tra i suoi ultimi lavori Esperire e parlare. Interpretazione di Heidegger; Jaca Book, 2006, Il cerchio e l’ellisse. Husserl e il darsi delle cose, Rubettino, 2007; I modi del sentire. un percorso nella tradizione fenomenologica, Quodlibet, 2009; Husserl, Carocci, 2009; Fenomenologia dell’intersoggettività. Empatia, socialità, cultura, Carocci, 2010; Distanti da sé. Verso una fenomenologia della volontà, Jaca Book, 2011; Alterità, Il Mulino, 2011; Introduzione a Heidegger, La Scuola, 2013; Giustizia, responsabilità e legge. Un percorso fenomenologico nella filosofia moderna e contemporanea, Morcelliana, 2013.
GEZIM HAJDARI
E’ il massimo poeta albanese vivente e uno dei maggiori poeti contemporanei. Ha pubblicato numerose raccolte di poesia. Ha scritto anche libri di viaggio e saggi; e tradotto in albanese e in italiano vari autori. È vincitore di numerosi premi letterari. È presidente del Centro Internazionale Eugenio Montale. Le sue recenti pubblicazioni sono: Nûr. Eresia e besa (Ensemble, 2012), I canti dei Nizam (Besa, 2012), Evviva il canto del

Commenti Facebook