Lo sguardo (impuro) di Pier Paolo Giannubilo a Ti racconto un libro

816

Un’analisi impietosa del conflitto fra educazione cattolica e potenza del desiderio, delle meschinità all’interno del microcosmo scuola, dei piccoli e grandi segreti della provincia italiana, delle quotidiane menzogne e dei tradimenti praticati per sottrarsi al peso delle responsabilità. Lo sguardo impuro di Pier Paolo Giannubilo è la cronistoria di una nemesi, quella che Mariano Cuter è chiamato a guardare dritto negli occhi.Docente di lettere, scrittore e giornalista, Giannubilo firma uno sconvolgente romanzo-verità prossimo protagonista di Ti racconto un libro – il laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione promosso e realizzato dall’Unione Lettori Italiani con la direzione artistica e organizzativa di Brunella Santoli, e sostenuto dalla Fondazione Molise Cultura e dalla Regione Molise – Assessorato all’Istruzione e con il patrocinio della Provincia di Campobasso e del Comune di Campobasso. La storia è quella di Mariano Cuter, ventottenne professore neoassunto, che riceve una telefonata allarmante: nella sua scuola circola, in centinaia di riproduzioni, una fotografia sgranata che lo ritrae in un’esplicita scena erotica con due ragazzine.

La misteriosa foto-beffa sconvolge l’esistenza di Cuter, incendiato dal sospetto che si tratti di una cospirazione ai suoi danni in cui è coinvolto anche chi gli è più vicino.
Ma intanto fantasmi familiari e paure ancestrali riemergono dal passato insieme all’ossessione da cui Mariano non si è mai emancipato. La perversa e anonima macchinazione ordita per screditarlo porterà Mariano a un’inevitabile discesa agli Inferi, resa ancor più drammatica dal terremoto che frattanto colpisce la sua città, trasformando la morte di ventisette bambini in un evento mediatico planetario.L’appuntamento con l’autore è in programma giovedì 4 dicembre alle 18.30 nell’Auditorium del palazzo GIL di Campobasso. Il contrappunto musicale è affidato a Matteo Patavino.

Il prossimo appuntamento di Ti racconto un libro è con lo scrittore e psichiatra Corrado De Rosa che con il suo La mente nera introdurrà il pubblico ad un tema di straordinaria attualità come quello della trattativa Stato-Mafia attraverso il caso di Aldo Semerari, psichiatra di fama ed eccellente criminologo che ha attraversato vent’anni di storia italiana e di misteri, sempre tenendosi pericolosamente in bilico nel mondo criminale. L’appuntamento è in programma mercoledì 10 dicembre alle ore 18.30 nella sala conferenze della biblioteca P. Albino di Campobasso.

Commenti Facebook