Le avventure di Pinocchio al caffè Turchese di Bojano, lettura animata e dibattito aperti al pubblico

884

Giovedì 5 novembre ore 17.30, il primo del ciclo di appuntamenti itineranti nei locali della città dedicato alla favola esoterica più letta al mondo, tradotta in 240 lingue. I 33 giovani del Servizio Civile di Agenzia Agorà faranno una lettura animata e un dibattito aperti al pubblico. Prossimi appuntamenti con scrittori contemporanei e locali.
C’era una volta…”Un re!” diranno subito i miei piccoli lettori. No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno…Comincia così uno dei libri per ragazzi più conosciuto al mondo, tradotto in ben 240 lingue, “Le Avventure di Pinocchio”, che aprirà la stagione del Caffè Letterario Turchese dell’omonimo Progetto di Servizio Civile di Agenzia Agorà che coordina 33 giovani su Bojano. Una serie di incontri, a cadenza mensile, vere e proprie letture condivise animate, che consentono ai lettori di sentirsi parte viva del testo, per riscoprire il piacere della lettura, ritrovarsi, confrontarsi, esporre e condividere riflessioni, ampliare gli orizzonti letterari.
Il “Caffè Turchese” si propone infatti come un luogo di confronto tra opinioni. Un momento in cui, la lettura condivisa dei capitoli più noti della letteratura mondiale, si fonde con l’Io e l’immaginazione di ciascun partecipante per una riflessione ad ampio raggio.
Il 5 novembre 2015 dalle ore 17.30 presso il Gentili Gran Caffè di Bojano il primo incontro de “Il Caffè Turchese”, dedicato a Pinocchio. Tutti conoscono la storia del burattino di legno scritta da Carlo Collodi, ma pochi probabilmente si sono soffermati a riflettere su quello che si cela dietro questo personaggio e dietro tutti gli altri che popolano il romanzo, di straordinaria, terribile modernità, che si presta, tra l’altro.
“Il ciclo del Caffè Turchese – spiega la responsabile del Servizio Civile su Bojano, Mina Cappussi – organizzato da Agenzia Agorà e dalla Compagnia Stabile del Molise, si cala perfettamente nel tema del Progetto di Servizio Civile, che è quello della inclusione del territorio, di collaborazione e cooperazione tra coloro che operano sul territorio. Per questo abbiamo scelto una localizzazione itinerante presso tutti i bar, pub, locali, che vorranno aderire e ci offriranno ospitalità. Si comincia dal Caffè Gentile, con questa “favola esoterica ed iniziatica” ma hanno già fatto richiesta di adesioni il Pub da Germano, Rewind, Club Nebbia e altri che si alterneranno nel corso di questo incredibile anno “turchese”.
Per i prossimi appuntamenti abbiamo pensato di coinvolgere scrittori contemporanei in modo da poterli incontrare fisicamente. Sono aperte le candidature per chiunque si sia cimentato nella scrittura!”

Commenti Facebook