La salvaguardia delle risorse idriche superficiali destinabili all’agricoltura, seminario all’Unimol

850

Il Seminario ha la finalità di affrontare il tema dei cambiamenti climatici secondo una prospettiva diversa da quella proposta dalla retorica corrente. A fronte di interpretazioni catastrofiste, si intende verificare infatti se esistano approcci strategici che consentano di trasformare tali criticità in opportunità per il mondo agricolo produttivo. L’incontro, oltre che agli studenti dei corsi afferenti al Dipartimento, è rivolto agli operatori professionali ed agli agenti di sviluppo operanti sul territorio.
PROGRAMMA
Apertura dei lavori (ore 15.00)
-Indirizzi di saluto
-Emanuele Marconi, Direttore Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti
-Pietro Occhionero, Presidente Ordine dei dottori agronomi e forestali del Molise
-Piero Neri, Presidente Molise Acque
-Giovanni Fabbrocino, Presidente del corso di laurea in Ingegneria civile
Introduzione e moderazione
-Arturo Alvino – Docente di Agronomia nel corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie
Relazione
-La salvaguardia delle risorse idriche superficiali destinabili all’agricoltura alla luce dei cambiamenti climatici in atto. Bruno Molino – Docente di Idraulica agraria nel corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie
Discussant
-Beniamino Di Vito – Direttore del Consorzio di Bonifica Integrale Larinese
-Question time (ore 16.30)
-Conclusioni (ore 17.00) Angelo Belliggiano, Presidente del corso di laurea in Scienze e tecnologie agrarie
La partecipazione al Seminario dà diritto ai professionisti Agronomi e Forestali all’acquisizione di 0,25 CFP
Mercoledì 26 Novembre 2014 – Ore 15.00
Aula Silvestri– DiAAA, III edificio Polifunzionale, Via De Sanctis (Campobasso)

Commenti Facebook