Concorso letterario “Femminicidio. Nuova piaga sociale”

718

La donna, da generatrice di vita e da sempre fulcro della famiglia e della vita sociale, sta diventando sempre più protagonista di fatti drammatici che la vedono vittima di violenze perpetrate il più delle volte dal proprio compagno o familiare. Il fenomeno diffuso del femminicidio è da considerarsi una vera e propria piaga sociale, e sta diventando finalmente oggetto di legislatura a livello internazionale (con la convenzione di Instambul) ma anche nazionale e diverse regioni si stanno attivando con l’approvazione di proprie leggi.

Il Partito Socialista, sempre attento alle problematiche sociali e promotore di varie iniziative volte alla tutela dei diritti delle donne, vuole ora sensibilizzare il mondo giovanile sulla questione femminile, invitando i ragazzi a dire la loro.
Al concorso possono partecipare gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di tutto il territorio nazionale, inviando i loro elaborati in formato Word all’indirizzo: [email protected] La mail deve avere per oggetto: “Femminicidio, nuova piaga sociale” e riportare dati anagrafici, indirizzo e numero di telefono dell’autore. La stessa dovrà pervenire nel periodo a partire dal 25 novembre 2013 entro e non oltre l’ 8 marzo 2014.
Gli elaborati, di breve saggistica o narrativa, devono essere della lunghezza massima di 5 cartelle dattiloscritte (30 righe x 60 battute per massimo 9.000 caratteri, spazi inclusi).
La partecipazione è gratuita ed implica l’accettazione di quanto previsto nel bando e il consenso al trattamento dei dati personali, nonché alla pubblicazione dell’opera on-line e in cartaceo esclusivamente per le finalità del concorso.
La giuria sarà resa nota il giorno della premiazione. Il suo operato è inappellabile.
Premi: Il vincitore avrà diritto ad un soggiorno per tutta la famiglia presso un B&B di Agnone dal 25 aprile al 1 maggio 2014, gli altri finalisti riceveranno una targa, i segnalati un attestato.
La premiazione è prevista il giorno 01 maggio 2014 ad Agnone.
La partecipazione al concorso implica di fatto l’accettazione di tutte le norme indicate nel presente bando.
Il PSI, quale promotore del concorso, si riserva il diritto di stampare o pubblicare in ogni momento le opere premiate o degne di considerazione.
Per ulteriori informazioni rivolgersi a Elena Grande  e-mail: [email protected]

Commenti Facebook