Concorso fotografico ‘Obiettivo Universo’. L’eclissi di sole occasione imperdibile per partecipare

1623

L’eclissi vista e rappresentata in una foto. E’ questa una delle possibilità artistiche dei partecipanti al concorso fotografico ‘Obiettivo Universo’ organizzato nell’ambito del Festival dell’astronomia in corso di svolgimento a Campobasso. Venerdì 20 marzo, in una mattinata che si annuncia priva di nubi, quasi tutti saranno con il naso all’insù pronti, con le attrezzature adeguate, a osservare il cosiddetto ‘sole nero’,  i minuti cioè in cui la ‘nostra’ stella per eccellenza sarà oscurata dal disco lunare. Uno spettacolo raro e sempre affascinante, l’eclissi di sole, che gli amanti della fotografia potranno ‘catturare’ anche per partecipare al concorso fotografico del Festival, iniziativa che tra le altre cose si giova della presenza di un presidente di giuria straordinario: il maestro Tony Vaccaro, fotografo di caratura mondiale, originario di Bonefro.
Il concorso, oltre che valorizzare l’arte e la qualità dei fotografi attraverso scatti, anche con un semplice cellulare, che ritraggono il cosmo e lo splendore del cielo stellato, nel caso di venerdì anche l’eclissi di sole, intende infatti omaggiare l’acclamato fotografo statunitense. Vaccaro è un antesignano del fotoreporter di oggi, sempre pronto a ‘raccontare’ vicende e personaggi ‘presi’ nei momenti più significativi e veri. Alla sua maestria è dedicato il Premio, in segno di tributo per il fondamentale apporto dato “al mondo dell’arte e all’arte della fotografia” e per aver contribuito, con passione, tenacia e costanza, a onorare quel Molise in cui ha vissuto l’infanzia e l’adolescenza.
Il concorso è gratuito, parteciparvi è semplice. Saranno ammessi i lavori realizzati e pubblicati (sulla pagina Instagram dedicata @obiettivouniverso) fino al 10 aprile 2015. Per concorrere è sufficiente seguire @obiettivouniverso e pubblicare la foto, condividendola con l’hashtag #obiettivouniverso. Il regolamento completo è scaricabile sul sito www.festivaldellastronomia.it.

Commenti Facebook