Vitae in Molise si conferma un successo di squadra per tutto il mondo vitivinicolo molisano

710

Tra l’entusiasmo e la soddisfazione generale di quanti hanno preso parte alla presentazione ufficiale in Molise di Vitae 2016, la guida vini dell’Associazione Italiana Sommelier, va in archivio anche la seconda edizione di una manifestazione che si consolida come una delle più attese ogni anno da produttori, consumatori e ovviamente sommelier e winelovers presenti sul territorio molisano. A Isernia, presso la Sala Congressi del Grand Hotel Europa e poi dopo a seguire nel Salone Venezia, numerosissimi sono stati gli appassionati e competenti amanti del vino che hanno deciso di passare l’intero sabato pomeriggio in compagnia dell’AIS Molise, dei suoi sommelier e, soprattutto, dei vini, dei produttori e delle eccellenze vitivinicole della nostra regione che, anche in questa seconda edizione di presentazione della guida vini AIS, sono stati i veri indiscussi protagonisti della serata. Prima del tanto atteso momento degustativo la giornata è stata aperta da un dibattito interessante e vivace al quale hanno partecipato il Presidente dell’AIS Molise Giovanna Di Pietro, il sommelier professionista e docente AIS Michele Mastropierro, il sommelier onorario dell’AIS Pasquale Di Lena e il responsabile Area Manager dell’azienda Selecta ed esperto enogastronomo Vittorio Cavaliere, coordinati e diretti con la solita maestria e la giusta verve dal giornalista Giovanni Di Tota.
Tutti gli ospiti del dibattito si sono ritrovati concordi su di un punto fondamentale: la necessità di fare rete e di unire competenze e professionalità già presenti in regione nel settore vitivinicolo e enogastronomico per divulgare e comunicare le specificità dei nostri prodotti fuori dai confini regionali. La vera sfida sta nella divulgazione prim’ancora che nella comunicazione per un settore che si conferma in crescita e con ampie possibilità di ulteriori sviluppi per le nostre aziende. La serata è stata anche l’occasione propizia per consegnare, davanti ad un folto pubblico, gli attestati ufficiali che l’AIS ha assegnato in VITAE 2016 a due produttori molisani e ai loro vini, ovvero le prestigiose Quattro Viti. Il delegato di Isernia e responsabile per il Molise della guida Carlo Pagano e il Presidente Giovanna Di Pietro hanno consegnato le Quattro Viti a Claudio Cipressi, per la sua Tintilia del Molise 66 2009, e a Cantine Catabbo il massimo riconoscimento possibile, ovvero le Quattro Viti con Tastevin, per il suo Rosso Vincè 2010. A seguire ci si è spostati nel Salone Venezia per il tanto atteso percorso di degustazione dei vini d’eccellenza molisani, una degustazione completamente gratuita e aperta a tutti, che ha permesso di conoscere molto più da vicino non solo gli undici produttori molisani che quest’anno sono stati selezionati con i loro vini dalla guida Vitae 2016, ma anche tutte le altre realtà produttive vitivinicole regionali ognuna in grado di suscitare attenzioni e curiosità per le proprie scelte produttive.

Commenti Facebook