Venittelli: “Il decreto legge Enti locali” è un grande passo in avanti della politica

715

“Il decreto legge “Enti locali” è un grande passo in avanti della politica del governo verso le realtà istituzionali diffuse sul territorio. Vi sono molte misure che i sindaci potranno impiegare per sostenere gli investimenti su interventi concreti che agevolerebbero i cittadini come le infrastrutture, la viabilità, le scuole, con misure di allentamento del Patto di stabilità interno che in questi anni ha mortificato la crescita”. Questo il commento dell’onorevole Laura Venittelli dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del 19 giugno scorso.
“Particolare attenzione va mostrata all’operazione #scuolesicure: l’articolo 4 comma 1 infatti, stabilisce che i comuni possono escludere dal Patto di stabilità interno le spese per la messa in sicurezza degli edifici scolastici”.Gli spazi finanziari attributi ai Comuni vanno da un valore minimo di 20 milioni fino ad un massimo di 40 milioni e possono essere richiesti solo per le spese provenienti da stanziamenti di bilancio o risorse acquisite mediante contrazione di mutuo da sostenere nell’anno 2015. Sono candidabili le spese derivanti da stanziamenti di bilancio e/o contrazione di mutuo per gli interventi finanziati con delibera CIPE n.22 del 30 giugno 2014.I Comuni interessati ad accedere allo sblocco del Patto di Stabilità Interno sono invitati a compilare il modulo “Sblocco patto Comuni DL ENTI LOCALI”, trasmettendolo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, entro le ore 24:00 del giorno 30/06/2015 all’indirizzo [email protected], secondo le modalità descritte nel documento Nota Struttura di Missione Prot. SMES 199.

Commenti Facebook