” Sull’articolo 7, Iorio non può dare lezioni a nessuno”: Intervento dei giovani del centro sinistra

717

portaborsePer un intero decennio è stato il simbolo dello sperpero di risorse in ottica clientelare. Le dichiarazioni di Michele Iorio sono sconcertanti. Dopo aver percepito per oltre dieci anni e senza mai sollevare obiezione alcuna, il Fondo per i portaborse non rendicontabile, punta oggi l’indice contro la maggioranza di centrosinistra.Dal 2002, anno di istituzione dell’articolo 7, l’ex Presidente della Regione Molise ha intascato quasi 300 mila euro. Dove sono i suoi contratti? Come mai non ha fatto nulla per abrogare l’assegno di 2451 euro al mese? Come mai non ha proposto nemmeno la rendicontazione delle spese, legando l’erogazione dell’assegno all’effettiva assunzione di personale?

Michele Iorio – sospeso perché condannato in primo e secondo grado per abuso d’ufficio nella vicenda Bain&Co, una multinazionale che ha assunto il figlio a tempo indeterminato in cambio di due consulenze alla Regione Molise – non può dare lezioni sull’utilizzo del denaro pubblico a nessuno. “Si poteva e si doveva decidere diversamente”, ammonisce dalle colonne dei giornali, dimenticando che per un intero decennio è stato lui a meritare “la medaglia d’oro” per lo sperpero di risorse in ottica clientelare.

 
Aldo Fabio Venditto, Luca Mitri, Cristiano Marrollo, Gianni Tenaglia e Antonio D’Aulerio, Italia dei Valori
Davide Vitiello e Francesca Di Cristofaro, Partito Democratico
Andrea Vertolo, Partito dei Comunisti Italiani
Alessandra Fiorella, Sinistra Ecologia e Libertà

Commenti Facebook