Ripalimosani: al via il progetto “La porta aperta” sportello di ascolto per gli adolescenti

995

Si chiama “La porta aperta” ed è un progetto realizzato dal Comune di Ripalimosani con la preziosa collaborazione dell’Istituto comprensivo per offrire, all’interno dell’ambiente scolastico, uno spazio di contenimento e di ascolto per il ragazzo adolescente, che spesso deve confrontarsi con emozioni e cambiamenti che non è in grado di gestire da solo.  Si tratta di uno sportello di ascolto con la presenza di una persona specializzata (lo psicologo scolastico) per accogliere i ragazzi senza alcun atteggiamento di giudizio, ma con l’obiettivo di aiutarlo nell’analisi del problema e nella comprensione del proprio vissuto.
La scuola, infatti, non è solo il luogo dell’apprendimento e del trasferimento di conoscenze, ma rappresenta uno spazio di relazione, un laboratorio protetto in cui sperimentarsi, mettersi alla prova per imparare a comunicare e convivere civilmente con i propri coetanei ma anche con gli adulti. Ed è proprio dagli adulti che la dirigente scolastica Marina Crema e la consigliera delegata alle politiche sociali Milena Miniello sono partite nel presentare l’iniziativa: hanno infatti incontrato i genitori della scuola che non solo l’hanno apprezzata, ma la vedono come un’azione di prevenzione di fronte a fenomeni emergenti e preoccupanti come il bullismo, oltre che un supporto al ruolo di genitore, noto come ‘il mestiere più difficile del mondo”.

Commenti Facebook