Ricostruzione, interviene Uliano, Presidente dell’Ance Molise

893

Sul tema della ricostruzione, oggetto dell’incontro svoltosi l’8 settembre nella sala consiliare di Ururi, interviene Umberto ULIANO, Presidente dell’Ance Molise, l’Associazione dei costruttori edili molisani. Nel corso dell’incontro, al quale hanno partecipato il Presidente della Regione FRATTURA ed il Consigliere delegato alla ricostruzione CIOCCA oltre ad una nutrita delegazione di sindaci, l’Ance Molise, nel corso di un articolato intervento, ha affermato la necessità di varare al più presto due misure: la riduzione della soglia di rendicontazione dei lavori effettuati e l’attivazione di un fondo di rotazione per il tramite della FinMolise che consentirebbe alle imprese edili di risolvere l’annoso problema del pagamento dei lavori eseguiti.
“Il comparto delle costruzioni – ha detto Uliano – è da anni in una situazione di piena emergenza: individuare azioni concrete per la realizzazione degli interventi della ricostruzione allo scopo di garantire alle imprese tempi certi e rapidi per la liquidazione delle spettanze arretrate ed avere finalmente a disposizione un plafond di risorse per pagare i nuovi lavori potrebbe contribuire a rimettere in moto il settore edile da troppo tempo fermo al palo, in un territorio dalla debole struttura economica come il nostro”.
Ciò costituirebbe una imperdibile occasione per garantire la ripresa non solo dell’edilizia, ma anche di tutta l’economia della regione attraverso il lavoro.
“Proprio il lavoro – sostiene Uliano – è la priorità immediata: occorre attivare da subito tutte le possibili sinergie per far ripartire le attività non solo delle costruzioni in senso stretto ma anche delle 85 attività dell’indotto. L’idea dell’attivazione di un fondo di rotazione garantito dalla FinMolise potrebbe essere la soluzione vincente per sostenere la riapertura dei cantieri che molte imprese edili sono state costrette a sospendere per mancanza di liquidità. Nel passato, all’inizio della lunga crisi che sta ancora attraversando il comparto delle costruzioni, fu adottata con successo una misura similare. Certo, va ripresa e strutturata, anche tecnicamente, in maniera rispondente alle nuove esigenze e all’attuale contesto”.
Nel corso del confronto, l’Ance Molise ha chiesto tempi rapidi anche per lo svolgimento delle gare d’appalto relative al programma per la viabilità e per la riprogrammazione dei fondi per l’autostrada.
Il Presidente Frattura ha affermato che per la viabilità le procedure saranno espletate e completate entro l’anno, anche avvalendosi della Centrale unica di committenza regionale, istituita con la legge regionale n.8 del 2015.
Sul tema l’Ance Molise, nel concordare sulla costituzione della Centrale unica di committenza regionale che concentrando adempimenti normalmente curati da più stazioni appaltanti consente ottimizzazione delle risorse ed immediata utilità per gli enti locali, ha manifestato la piena disponibilità ad ogni forma di collaborazione, ribadendo con forza la necessità dell’immediata istituzione nell’ambito della “Centrale” di un comitato tecnico-scientifico con propri rappresentanti con funzioni consultive di consulenza e di proposta.
Il Presidente Frattura, nel ritenere l’iniziativa utile ed opportuna, ha recepito l’istanza dichiarando di voler approvare la proposta già nella prossima riunione di Giunta.

Commenti Facebook