Politiche del Lavoro e Sviluppo. Confronto in Commissione Tripartita

599

La Commissione Regionale Tripartita, riunitasi il 10 settembre presso l’Assessorato al Lavoro, ha preso atto in apertura di seduta delle comunicazioni del Vice Presidente della Giunta Regionale, Michele Petraroia, che ha riferito degli incontri avuti a Roma con il Ministero dello Sviluppo Economico il 9 settembre mattina con i responsabili dell’Unità di Crisi e della Direzione Generale. In tale circostanza è stato il MISE a convocare le parti presso l’Unità di Crisi sulle vertenze dell’ITTIERRE, da programmare entro il 30 settembre prossimo, e a seguire quella della GAM, per raccordare la scadenza della cassa integrazione straordinaria con l’avvio del Piano per la Riconversione ed il Rilancio Industriale del territorio in via di approntamento dopo l’emanazione del Decreto di riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa del 7 agosto 2015.
Il Ministro Federica Guidi firmerà a breve il provvedimento di nomina del Nucleo Tecnico comprensivo dei rappresentanti dei Ministeri del Lavoro, dell’Ambiente, dell’Infrastrutture, oltre che dello stesso Ministero dello Sviluppo Economico e della Regione Molise. Tale Nucleo Tecnico dovrà predisporre entro il 7 novembre prossimo una prima proposta riferita al rilancio del territorio attraverso le medesime modalità seguite per altre aree di crisi, avvalendosi dell’assistenza tecnica di INVITALIA.
A seguire, la Commissione Regionale Tripartita si è soffermata sui decreti attuativi del JOBS ACT del 4 settembre scorso e ha deliberato di costituire un gruppo di lavoro coordinato dai dirigenti regionali interessati per approntare una legge regionale di recepimento della L. n. 183/2014 al fine di agevolare il passaggio del personale a tempo indeterminato dei Centri per l’Impiego presso le strutture della Regione Molise. La modifica della legge regionale n. 27/1999 dovrà aiutare ad approntare una moderna ed efficiente gestione delle politiche attive del lavoro, definendo un’ipotesi di Convenzione con il Ministero del Lavoro che sappia valorizzare anche le competenze professionali dei dipendenti con contratti a termine dei Centri per l’Impiego.
Infine, la Tripartita ha preso atto con soddisfazione dello sblocco positivo della mobilità in deroga per il 2014 e per il 2015 in favore di ulteriori 1.800 lavoratori, avvenuta grazie al Decreto di riconoscimento dell’Area di Crisi del 7 agosto che permetterà ad una forza lavoro pari al 2% del totale degli occupati del Molise di accedere a 20 milioni di euro di sostegno al reddito e ai Patti di Servizio per le politiche attive per una più agevole ricollocazione e un più utile reinserimento occupazionale.
Al fine di non penalizzare i percettori di trattamenti di integrazione salariale, mobilità o indennità di disoccupazione, la Commissione Regionale Tripartita ha preso atto delle nuove LINEE GUIDA in materia di formazione professionale che certificano le competenze attraverso standard del Repertorio Nazionale delle Qualifiche, permettendo ai lavoratori di stipulare Patti di Servizio Individuali presso i Centri per l’Impiego che siano validati secondo parametri normativi nazionali ed europei.

Commenti Facebook